Masticare i semi di coriandolo: tutti i benefici sulla salute

Masticare i semi di coriandolo fa bene all’organismo: ecco tutti gli effetti positivi che questa semplice pratica apporta sul nostro corpo.

Coriandolo benefici e controindicazioni
Semi di coriandolo (Pixabay)

Il coriandolo è una pianta edibile, di cui è possibile consumare sia le foglie che i semi. Non tutti sanno, però, che oltre ad insaporire le pietanze con la sua inconfondibile nota aromatica, questo vegetale ha numerosi effetti benefici: ecco perché dovremmo iniziare a masticare i semi di coriandolo.

Masticare i semi di coriandolo: tutti i benefici

Della pianta di coriandolo possiamo impiegare le foglie, dal sapore fresco e pungente, e i semi, da utilizzare come spezie, in abbinamento ad altre erbe aromatiche.

Masticare semi coriandolo
Mazzo di coriandolo (Pixabay)

Questa pianta è particolarmente impiegata non solo in ambito culinario, ma anche erboristico e terapeutico.

I suoi componenti, infatti, sono usati sin dall’antichità per curare in modo completamente naturale svariati disturbi, dalla diarrea all’ipercolesterolemia.

Per beneficiare della preziosa azione nel coriandolo, possiamo utilizzarlo per la preparazione di decotti e infusi, assumerlo sotto forma di olio essenziale, oppure masticare i suoi semi.

Potrebbe interessarti anche: Masticare le foglie di salvia: ecco perché dovremmo farlo ogni giorno

Facilita la digestione

I semi di coriandolo sono un vero e proprio toccasana per il sistema digerente.

Infatti, masticarli permette di contrastare una serie di disturbi, tra cui:

  • Nausea;
  • Diarrea;
  • Gonfiore addominale;
  • Flatulenza;
  • Reflusso gastroesofageo.

Depura l’organismo

Masticare i semi di coriandolo purifica l’organismo, rivelandosi particolarmente utile per la salute del fegato e dei reni.

Infatti, le sostanze contenute in questa pianta facilitano l’eliminazione di scorie e sostanze tossiche prodotte dal nostro organismo o assunte mediante l’alimentazione.

Combatte l’alitosi

Masticare i semi di coriandolo è ideale per favorire l’igiene del cavo orale.

Questa semplice abitudine, infatti, contrasta la proliferazione dei batteri, riducendo il rischi di infezioni.

Inoltre, dona freschezza al nostro alito, combattendo l’alitosi.

Abbassa colesterolo e glicemia

Infine, masticare i semi di questa pianta è un efficace trattamento contro l’ipercolesterolemia e l’iperglicemia.

Numerose ricerche, infatti, hanno messo in luce che gli acidi contenuti in questa pianta, tra cui l’ascorbico e il linoleico, sono in grado di eliminare il colesterolo cattivo, riducendo il rischio di patologie a carico dell’apparato cardiovascolare.

Inoltre, masticare i semi di coriandolo è in grado di prevenire l’insorgenza del diabete e migliorare il profilo ematochimico di chi è affetto da questo disturbo.

Potrebbe interessarti anche: Masticare semi di cumino: proprietà nutrizionali, benefici, controindicazioni

Masticare i semi di coriandolo: controindicazioni ed effetti collaterali

In quali casi è sconsigliato masticare i semi di questa pianta? Questa pratica può rivelarsi nociva ad alcune particolari categorie di persone.

Masticare semi coriandolo
Mazzo di coriandolo (Pixabay)

In primis, si tratta di un’abitudine sconsigliata alle donne durante l’allattamento, poiché potrebbe alterare il sapore del latte materno.

Inoltre, chi sta assumendo farmaci neuro-stimolanti dovrebbe rivolgersi preventivamente al proprio medico: l’azione del coriandolo, infatti, potrebbe interferire con quella dei medicinali.

Infine, non occorre eccedere: masticare i semi di questa pianta troppo frequentemente potrebbe stimolare la formazione di calcoli biliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *