Le migliori marche di latte senza pesticidi: la classifica

Il Salvagente ha confrontato 21 marche di latte italiano per verificare l’eventuale presenza di agenti chimici e pesticidi al loro interno. I risultati.

Latte peggiore
Latte in bicchiere (Foto Pexels)

Il latte è un alimento fondamentale per la dieta di molte persone. Tuttavia, con lo sviluppo di molteplici allevamenti intensivi, si ricorre sempre più all’impiego massiccio di medicinali, antibiotici e sostanze chimiche e pesticidi che arrivano poi fino alle nostre tavole. Vediamo la classifica delle marche di latte migliori senza pesticidi.

Migliori marche di latte senza pesticidi: i più salutari

Qual è il miglior latte italiano senza antibiotici? Per rispondere a questa domanda, la nota rivista Il Salvagente ha condotto un’indagine alimentare su 21 marche di latte. L’obbiettivo era verificarne la composizione a laboratorio per rintracciare l’eventuale presenza di antibiotici, medicinali che solitamente vengono dati alle mucche per non sviluppare mastiti e altre infezioni.

Latte più buono
Latte e cereali (Foto Pexels)

Negli allevamenti intensivi, l’utilizzo di questi antibiotici è piuttosto frequente poiché gli animali sono sottoposti abitualmente a mungitura e non soltanto dopo il periodo di gestazione dei vitellini. In natura infatti, il latte materno animale giunge al sistema mammario negli ultimi mesi di gravidanza, a ridosso del parto.

Una mungitura frequente degli animali comporta anche un maggiore rischio di contrarre infezioni. Se il rischio è prevenuto, gli antibiotici che finiscono nel latte di questi animali, arrivano fino alle nostre tavole mettendo a repentaglio anche la nostra salute.

Potrebbe interessarti anche: Latte venduto come biologico e italiano importato dall’estero: i marchi coinvolti

La ricerca de Il Salvagente e i risultati del test

Per rispondere alla domanda: qual è il miglior latte italiano, Il Salvagente ha confrontato 21 marche di latte nostrano fresco e a lunga conservazione, venduti nei discount o nella GDO (grande distribuzione organizzata).

Potrebbe interessarti anche: Latte: cosa succede al corpo quando lo si beve ogni giorno

I ricercatori hanno analizzato 51 tipi di latte differente, riscontrando tracce di antibiotici in alcuni di essi. Tuttavia si tratta di quantità entro i limiti di legge prevista dalle norme europee. Di molti marchi di latte italiano analizzati, i ricercatori non hanno preso in considerazione il prezzo e l’origine del latte. Vediamo la classifica dei più contaminati:

1.Granarolo Latte Intero UHT;
2.Selex alta qualità fresco;
3.Parmalat Zymil alta digeribilità magro;
4.Sterilgarda latte parzialmente scremato UHT;
5.Arborea latte intero UHT;
6.Parmalat Bontà e linea parzialmente scremato UHT.

Nel latte fresco a marchio Lidl, gli esperti hanno trovato traccia di 3 farmaci. Mentre per il latte fresco dell’Esselunga, del Carrefour, Ricca fonte e Parmalat Zymil solo 2 medicinali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *