Come ravvivare le rose spente: cosa fare nel mese di maggio

Può accadere che le rose nel mese di maggio siano spente e molli, vediamo che cosa fare per ravvivare la situazione.

curare le rose
Rose (Pixabay)

La pianta di rose dovrebbe uscire dal suo riposo vegetativo e iniziare a fiorire proprio nel mese di maggio. Infatti, è in questo periodo che gli sbalzi di temperatura si sono assottigliati, che le temperature del pomeriggio ricordano l’estate. Le rose sono i fiori per eccellenza, simbolo di amore e di tanti sentimenti in base al loro colore.

Dunque, se si ha una o più di queste piante in giardino è il momento di prestare loro più attenzione. Può accadere che alla fine della propria pausa, presa nei mesi più freddi per proteggersi, le rose siano spuntate ma che siano davvero deboli. Inoltre, si avverte un certo malessere della pianta e una certa fatica a crescere. Non è, insomma, il risultato che vorremmo vedere, lo spettacolo che ci aspettavamo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Come far crescere le rose? Dove posizionare, come annaffiare e tanto altro

Se capita questo con le vostre piante forse è il caso di intervenire perchè di sicuro c’è qualcosa che fa soffrire la pianta. Allora vediamo qui di seguito come fare per ravvivare la situazione e avere in poco tempo dei fiori bellissimi.

Ravvivare le rose: che cosa fare a maggio

Rose
Rose (Pixabay-pixel2013)

Innanzitutto, è necessario valutare se la posizione è quella corretta. Deve esserci luce e il giusto ricircolo di aria, altrimenti la pianta verrà invasa dai parassiti. Ad esempio, molto diffusa è la muffa grigia oppure la peronospora. Se sono presenti questi funghi è naturale che i boccioli non abbiano la giusta forza e appaiano molto flosci. Dopo essersi assicurati che non siano presenti questi due problemi (da trattare con gli adeguati pesticidi), ecco che cosa fare:

  • Eliminare le foglie secche;
  • Eliminare i fiori secchi;
  • Controllare il terreno;
  • Usare il giusto concime.

Per le prime due azioni dovete sapere che togliere quello che si è seccato permetterà alla pianta di concentrare le energie su ciò che sta per nascere. Inoltre, è molto importante controllare il terreno e togliere rami e foglie. Questo non deve essere troppo bagnato e pesante, per non far marcire le radici, così come non deve essere troppo secco.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Come ottenere più rose: come stimolare la fioritura

Infine, ricordatevi che il concime giusto da dare ad una pianta di rose è formato per la maggior parte da potassio e da fosforo. Vedrete che se se fornirete questi incentivi, con la luce diretta del sole, la giusta quantità di acqua, la pianta crescerà in salute con dei bellissimi fiori colorati per donare al vostro giardino un’atmosfera unica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *