Perché consumare olio d’oliva, gli effetti su colesterolo e glicemia

L’olio d’oliva è uno degli ingredienti più preziosi al mondo, capace di garantire tanti benefici, ma quali sono gli effetti del suo consumo su colesterolo e glicemia?

olio d'oliva benefici salute
Vaschetta con olio d’oliva e olive verdi (Pixabay)

L’olio d’oliva è uno degli ingredienti più preziosi al mondo, capace di garantire tanti benefici, ma quali sono gli effetti del suo consumo su colesterolo e glicemia? Diversi studi scientifici hanno dimostrato l’efficacia di questa preziosa sostanza naturale sui vasi sanguigni. Consumare qualche goccia di olio extravergine di oliva regolarmente, di certo fa bene all’organismo.

Ma gli effetti benefici influenzano anche colesterolo e glicemia, poiché l’olio abbassa i livelli di zuccheri presenti nel sangue. Bere olio d’oliva ogni giorno permette di controllare la glicemia, tanto che i livelli di zuccheri nel sangue sono ridotti anche del 12%, almeno stando ai risultai di diversi studi.

Potrebbe interessarti anche → Disturbo Oppositivo Provocatorio, quando il bambino è in conflitto con i grandi

I benefici dell’olio di oliva sull’organismo

olio d'oliva livelli colesterolo sangue
Pomodori, olio di oliva, aglio e rosmarino (Pixabay)

Quando la glicemia raggiunge i suoi picchi e i suoi livelli si alzano, ecco che ci si sente deboli, irritabili e si prova malessere. Non solo, perché sul corpo possono comparire anche lesioni, arrossamenti, macchie, sia su gambe e braccia che sul volto. Impedire i picchi glicemici è fondamentale per condurre una vita normale.

Consumare olio d’oliva in modo regolare può essere un buon motivo per controllare la glicemia. Questo fa aumentare i livelli di colesterolo buono, proteggendo dall’invecchiamento cellulare. Significa che previene il degrado fisico e mentale e protegge il cervello da Alzheimer e da demenza senile. Inoltre, aiuta a proteggere dall’osteoporosi.

La pressione sanguigna si abbassa grazie a bifenoli contenuti nell’olio, mentre, grazie all’acido oleico, si protegge il corpo. Queso tipo di acido è essenziale per la cura della pelle e per il sistema cardiovascolare, mantenendo in equilibrio i livelli di colesterolo.

Potrebbe interessarti anche → Lavarsi i denti: perché non andrebbe fatto subito dopo aver bevuto il caffè

Come capire se un olio è di grande qualità? In base alla sua fluidità, al sapore e all’odore. Basta versare qualche goccia in un bicchiere e osservare se è denso o meno. Più l’olio è denso e più è di qualità. Se troppo liquido è un cattivo segno. Inoltre, un olio di qualità profuma intensamente, si sente l’odore della natura e, al palato, deve avere un leggero sentore di amaro e di piccantezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *