Calle colorate: come curarle con i consigli degli esperti

Se avete delle calle e volete curarle al meglio per averne quante più possibile e colorate allora ecco per voi i consigli degli esperti.

calle cura
Calle colorate (Pixabay)

La calla è una pianta di origine sudafricana che può essere chiamata anche come fiore o giglio del Nilo. Si tratta di una pianta sempreverde rizomatosa che appartiene alla famiglia delle Araceae. Il suo nome deriva dal termine greco “kalos” che significa “bello”, semplicemente.

I fiori sono molto belli, appunto, ed eleganti e crescono maggiormente in riva a ruscelli o fiumi o comunque specchi d’acqua. I fiori più comuni sono di colore bianco, ma ne esistono moltissime varietà di tutti i colori, dall’arancione al rosso, ma anche rosa, porpora o misti. Le calle colorate sono un po’ diverse da quelle bianche, non solo per il colore, ma anche come aspetto e grandezza.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Come concimare le tue piante, crea un super compost a costo zero

Vediamo, quindi, i consigli degli esperti di giardinaggio per curare al meglio queste piante colorate per poter vederle fiorire in tutta la loro forza, la loro salute e in tutta la loro bellezza.

Calle colorate: i consigli degli esperti

calla
Calla bianca (Pixabay)

Le calle colorate, a differenza di quelle bianche, non superano i 50 cm di altezza. Hanno, inoltre, delle foglie più piccole e strette. Si tratta di piante molto belle che possono decorare in modo infallibile e meraviglioso un giardino soprattutto in primavera. Ma per questo bisogna curarle nel modo giusto. Allora ecco i consigli degli esperti in materia:

  • Terriccio: deve essere composto da torba e sabbia, quindi se le avete acquistate al supermercato abbiate cura di spostarle in modo da fornirle un terreno fertile e drenante;
  • Luce: hanno bisogno di tanta luce, maggiore è l’esposizione e più i colori saranno brillanti. Se tenete questa pianta in casa, deve stare sempre vicino alla finestra, mentre se si trova all’esterno l’esposizione migliore è quella a est, sempre al sole, ma magari ai raggi un po’ più tenui del mattino;
  • Acqua: la calla ama anche l’acqua e pensate che nei periodi più caldi non è infastidita nemmeno dai ristagni. Quindi, il terreno deve essere sempre umido;
  • Concime: in primavera e per tutta la stagione della sua fioritura ha bisogno di continuo concime ricco di potassio. Potete scegliere quello apposito o utilizzare le bucce di banana.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Le arance e i limoni spremuti aiutano le piante del giardino, non buttarle

Come ultimo consiglio è meglio utilizzare l’olio di neem, un prodotto naturale che riesce a tenere lontani i parassiti. Va nebulizzato su tutta la pianta, magari nelle ore serali in modo da evitare il calore del sole. Proteggere la pianta dai ragnetti rossi e dalle limacce è fondamentale per la sua integrità e per la sua salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *