Moltiplicare il basilico per talea: come usare rametti e foglie

Il basilico è un’erba aromatica che in cucina serve sempre, per averlo sempre a disposizione, quindi, si può moltiplicare per talea.

moltiplicare basilico
Basilico (Pixabay)

Il basilico è tra quelle erbe aromatiche che si usano frequentemente in cucina insieme all’alloro, al prezzemolo, al rosmarino e a diverse altre. Sono davvero ottime per insaporire i piatti e come ingrediente per alcune ricette. Ma averle sempre fresche a disposizione non è facile.

Non sempre abbiamo il tempo e la voglia di andare ad acquistarle al supermercato e poi la loro presenza dipende dal periodo dell’anno. Tuttavia, molte persone hanno deciso di coltivare la pianta nel proprio giardino o in un angolo della propria casa in modo da non avere più questo tipo di problemi. Se prendiamo il basilico, ad esempio, una piantina non basta. Allora vediamo come moltiplicare per talea per averlo costantemente presente.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Basilico: meglio farlo crescere all’interno o all’esterno?

La moltiplicazione per talea prevede due procedimenti, uno usando le foglie e l’altro usando i rametti. Ma vediamo qui di seguito tutti i dettagli per non sbagliare e avere sempre tanto basilico a disposizione.

Basilico: moltiplicare per talea, ecco come si fa

basilico
Basilico (Pixabay)

Moltiplicare il basilico per talea, che sia con i rametti o con le foglie, è molto semplice. Serviranno poche cose: un bicchiere, un paio di forbici e un vasetto con del terreno. Iniziamo con il prendere una talea rametto e questa deve essere presa da una pianta già cresciuta e perfettamente in salute. Il procedimento è il seguente:

  1. Tagliare rami di 15 cm: il gambo deve essere spoglio e le foglie devono essere presenti solo in cima;
  2. Immergere i rami in acqua tiepida: questa deve essere stata lasciata a temperatura ambiente per un giorno intero prima di essere usata;
  3. Mettere il contenitore con acqua e rametti alla luce e cambiare l’acqua ogni 3 giorni;
  4. Quando spuntano le radici (in genere dopo due settimane) allora è arrivato il momento di spostare tutto;
  5. I rami con le radici vanno messi nel terreno ben drenato in vaso e dovete mantenerlo sempre umido per 15 giorni.

Alla fine di questo procedimento avrete la vostra nuova piantina di basilico da curare esattamente come avete fatto per la principale. Ma ora ecco come moltiplicare per talea con le foglie:

  1. Prendere le foglie che erano state tolte dai rami per avere un gambo spoglio;
  2. Osservare che le foglie abbiano i loro peduncoli, da questi nasceranno altre radici;
  3. Immergere il peduncolo nell’acqua a temperatura ambiente;
  4. Aspettare che nascano le radici (in genere avviene dopo un paio di settimane);
  5. Spostare le foglie nel terreno interrando la parte inferiore delle foglie;

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Basilico in vaso: i trucchi per mantenerlo sano e forte

Anche in questo caso il terreno va sempre mantenuto umido fino a quando le radici si faranno più forti e la pianta crescerà. Quando la pianta è grande si può eliminare la foglia principale dalla quale è nata. Si tratta di un procedimento più difficile del primo descritto. Entrambi comunque permettono di moltiplicare il basilico senza nessun costo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *