Basilico: meglio farlo crescere all’interno o all’esterno?

La pianta di basilico, molto utile per avere sempre a disposizione questa pianta aromatica, va all’interno o all’esterno? Scopriamolo.

basilico erba aromatica
Basilico (Pixabay)

Il basilico è un’erba aromatica molto usata in cucina per insaporire i piatti e come ingrediente di molti altri. Si tratta di una pianta erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae ed è originaria dell’Asia. In poco tempo si è, però, diffusa in tutto il mondo e moltissime persone amano averlo sempre a disposizione nella loro casa.

Per fare questo naturalmente è necessario coltivare la pianta nel proprio giardino o in vaso. Così come ogni pianta, bisogna conoscerne bene le caratteristiche per poter trovare il posto giusto e per potergli dare tutte le cure adeguate, senza sbagliare e rischiare di rovinarla.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Basilico in vaso: i trucchi per mantenerlo sano e forte

Ad esempio, questa pianta aromatica va coltivata all’interno o all’esterno? Scopriremo che possono essere fatte entrambe queste cose, ma ci sono delle condizioni particolari a cui fare attenzione. Vediamo qui di seguito tutti i dettagli in base alle caratteristiche della pianta.

Basilico, interno o esterno? Scopriamolo

pianta di basilico
Basilico (Pixabay)

Per prima cosa bisogna assolutamente sapere che il basilico è una pianta estiva, che ama le alte temperature. La stagione giusta per iniziare a farlo crescere è la primavera, ma se le temperature sono ancora un po’ basse o un po’ ballerine, allora andrà bene iniziare a coltivare i semi al chiuso. Se, invece, le temperature sono stabili e calde, allora potete piantarli all’esterno.

La pianta per crescere sana e forte ha bisogno costante della luce del sole. È naturale, quindi, che la soluzione migliore sia l’esterno, ma potete pensare di farla stare in casa, sempre esposta alla luce, nei giorni in cui c’è brutto tempo e temperature basse. Quando arrivano i mesi freddi, inoltre, è più giusto per la pianta stare in un ambiente chiuso e caldo in modo che possa sopravvivere fino alla prossima stagione.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Come moltiplicare il basilico: tre metodi semplicissimi

Ad ogni modo, il terreno deve essere drenante e dovete fare attenzione a innaffiare costantemente. Se la pianta è in casa le innaffiature possono essere meno frequenti. Tuttavia, attenzione sempre allo stato del terreno. Se tenuta all’aperto e con alte temperature, che superano i 20 gradi, allora dovrete innaffiare più di frequente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *