Qual è il momento giusto per pesarsi? Ci sono due giorni ideali

Esiste un periodo meglio preposto nel corso della settimana, vediamo qual è il momento giusto per pesarsi e perché non farlo quotidianamente.

Una donna regge una bilancia
Una donna regge una bilancia (Pexels)

Qual è il momento giusto per pesarsi? Quando si comincia una dieta, gli esperti nutrizionisti e dietologi consigliano di farlo una sola volta a settimana, all’inizio. I motivi sono diversi, e principalmente questa è una prassi che andrebbe fatta solamente quattro volte al mese per non fare si che diventiamo schiavi della bilancia.

Controllare il peso ed i traguardi eventualmente raggiunti rischia molto facilmente di trasformarsi in una ossessione deleteria. Tale da influenzare il nostro percorso volto a farci perdere peso ed a prendere delle decisioni sbagliate in ambito alimentare. Quindi occorre moderazione e riconoscere quale sia il momento giusto per pesarsi.

Va detto che la cosa è fortemente soggettiva. Ci sono delle osservazioni per le quali chi segue una dieta e si pesa tutti i giorni, finisce con lo smaltire quasi il 2% del proprio peso nel corso di un anno. Mentre chi lo fa una volta a settimana non perde nulla.

Potrebbe interessarti anche: La Dieta Mediterranea può aiutare a stare meglio contro la depressione, lo rivela uno studio

Qual è il momento giusto per pesarsi?

Una donna scalza mentre si pesa
Una donna scalza mentre si pesa (Pexels)

Così come altri che attestano il contrario, con chi si controlla ad intervalli regolari di sette giorni gli uni dagli altri che dimagrisce. Mentre chi lo fa con cadenza quotidiana non nota progressi. E quindi, qual è il momento giusto per pesarsi? Gli esperti in ambito alimentare sono tutti concordi nell’affermare che c’è un momento propizio nel corso di un giorno.

Si tratta del mattino presto, appena svegli e subito dopo avere svuotato la vescica. Inoltre occorrerebbe farlo prima di fare colazione, quindi a stomaco vuoto e senza alcuna interferenza esterna .Ma ci sono anche dei giorni predisposti. Quelli migliori per pesarsi sarebbero il martedì ed il mercoledì.

Potrebbe interessarti anche: Fame nervosa: cosa mangiare per gestirla e non ingrassare

Il motivo? Ci si è allontanati a sufficienza dal fine settimana, durante il quale solitamente ci si concede qualche sfizio dopo una settimana di dieta. Come ci si deve pesare poi? Meglio farlo senza indossare nulla, per avere una stima il più precisa possibile. E meglio farlo su una bilancia digitale con delle pile ben cariche.

Potrebbe interessarti anche: Dieta mentale: educare la mente per favorire il nostro benessere

La bilancia poi va tenuta su di una superficie resistente e piatta, come può esserlo un pavimento senza tappeti o simili. Va tenuto conto che, se ci sembra di non stare dimagrendo, ciò è normale e va imputato a degli squilibri ormonali oppure ad un intestino che non lavora in maniera ottimale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *