Gli alimenti che NON devono essere lavati prima della cottura

Ci sono degli alimenti che NON devono mai essere lavati prima della cottura o della loro preparazione per il pasto, ecco quali sono.

alimenti da lavare
Cucina (Pixabay)

Per alcuni alimenti è necessario una bella sciacquata sotto l’acqua prima di mangiarli in modo da togliere eventuali sostanze dannose per la salute. Tuttavia, questa abitudine pian piano si è diffusa a tutti gli alimenti, a qualsiasi cosa si deve portare a tavola. Ma è giusto fare così nella convinzione di pulire ed igienizzare?

La risposta è no. Ci sono alcuni alimenti che non vanno mai lavati sotto l’acqua prima di prepararli o prima della cottura. Questo potrebbe essere davvero controproducente e rischioso per la salute. Gli esperti cercano sempre di dare le informazioni giuste in modo che le persone apprendano abitudini corrette in cucina.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Lavare e pulire le fragole in modo perfetto senza rovinare il sapore

Vediamo allora qui di seguito quali sono quei pochi alimenti che non devono essere lavati per non rischiare di creare dei problemi. Sono pochi ma sono molto consumati nella cucina italiana, quindi è opportuno fare attenzione.

Alimenti che non devono mai essere lavati prima della cottura: ecco quali sono

Petto di pollo attenzione
Petto di pollo (Pixabay)

Secondo l’Organizzazione dei consumatori e degli utenti gli alimenti che non devono essere lavati sono questi:

  • Pollo: se si lava il pollo crudo i germi presenti si diffonderanno nella cucina grazie agli schizzi di acqua. Non deve essere lavato, ma conservato in frigorifero e poi cotto. La cottura eliminerà i germi e i batteri presenti nella carne;
  • Maiale e manzo: qualsiasi carne non andrebbe lavata prima della cottura. Oltre a quello già spiegato c’è anche il rischio di modificarne il sapore;
  • Uova: nonostante alcune possono essere sporche, non vanno lavate perchè si rischia di eliminare anche lo strato protettivo. In ogni uovo c’è una cuticola che impedisce ai germi di penetrare all’interno;
  • Funghi: in questo caso l’acqua farà perdere il sapore dei funghi e anche alcuni nutrienti. Meglio usare un panno o un pennello se si ha bisogno di pulirli, ma non l’acqua corrente;
  • Verdure confezionate: non dovrebbe essercene bisogno dal momento che i prodotti confezionati sono già lavati e igienizzati prima di metterli nella busta;

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Frutta e verdura del mese di maggio: i colori della nuova dieta

Se seguirete queste regole e vi abituerete a farlo ogni volta che avete a che fare con questi alimenti, sarete del tutto sicuri che non ci saranno problemi nè con germi e batteri, nè con sapore, odore alterati o mancanza di nutrienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *