Pannelli solari obbligatori, quali sono gli edifici interessati

La mossa è pensata sia in chiave antirussa che per dare un definitivo slancio alla transizione ecologica. Cosa comportano i pannelli solari obbligatori.

Impianti fotovoltaici su diversi edifici
Impianti fotovoltaici su diversi edifici (Pixabay)

Pannelli solari obbligatori, ci sta pensando la Commissione Europea, che pensa alla applicazione necessaria del fotovoltaico a seconda della situazione di riferimento. I governi di tutta Europa, e la UE in testa, stanno lavorando su questo argomento, che rientrerebbe in quello che è il proposito di promuovere la transizione ecologica a tutti i livelli.

L’obiettivo comune di Bruxelles e di tutti i Paesi aderenti all’Unione è quella di ridurre le emissioni di Co2 entro il 2030. A questo scopo sono stati concepiti i diversi bonus statali in ambito edilizio e per quanto riguarda l’acquisto di nuovi veicoli ibridi ed elettrici. Anche i pannelli solari obbligatori farebbero parte di questo nuovo corso.

I pannelli solari obbligatori ci potrebbero essere solamente per una precisa tipologia di edifici, ovvero quelli nuovi e quelli che mostrano un maggiore consumo di energia. Unitamente a ciò, diverrebbe standard anche l’installazione di accumulatori di energia e di pompe di calore.

Potrebbe interessarti anche: Fotovoltaico portatile, quanto costa e come scegliere un pannello solare

Pannelli solari obbligatori, a quali condizioni dovrebbe accadere

Impianto fotovoltaico su un tetto
Impianto fotovoltaico su un tetto (Pixabay)

Sempre entro i prossimi otto anni l’obiettivo è di far risalire a fonti di energia rinnovabili la metà di quelli che sono i consumi attuali. Tutto ciò fa parte di uno specifico piano concepito dalla stessa Commissione Europea e chiamato “RePowerEu”.

Ma un altro proposito da non sottovalutare e che pure sta a monte di questo piano è quello che vuole vedere l’Europa accelerare il più possibile l’abbandono delle fonti di energia tradizionali che ad oggi continuano ad arrivare dalla Russia, e per ovvi motivi. Rimpiazzare quest’ultime con altri produttori di petrolio e di gas naturale però non è la strada giusta. Occorre puntare sul rinnovabile e su politiche ecocompatibili e ad impatto ambientale zero.

Potrebbe interessarti anche: Fotovoltaico e minieolico, perché conviene installarli a casa: che risparmio

Gli edifici che potrebbero montare di default dei pannelli solari sono quelli a partire dalla classe D a salire. In pratica la stragrande maggioranza degli immobili che sorgono nel nostro Paese in ambito residenziale. L’installazione del fotovoltaico in tal senso dovrebbe avere luogo entro per l’appunto il 2030.

Potrebbe interessarti anche: Bonus teleriscaldamento 2022, fino a 679 euro di contributo: come averlo

Ma questo dovrebbe diventare lo standard anche per gli edifici pubblici di tutti i tipi, da quelli per l’istruzione agli uffici. Una contemporanea accelerata pare che l’Europa voglia darla anche per quanto riguarda la realizzazione di punti di raccolta dell’energia eolica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *