Fotovoltaico e minieolico, perché conviene installarli a casa: che risparmio

In ambito fotovoltaico e minieolico sono tanti i punti a favore, per il domestico, di queste tipologie di produzione dell’energia.

Una abitazione con pannelli solari installati sul tetto
Una abitazione con pannelli solari installati sul tetto (Pixabay)

Fotovoltaico e minieolico, due grossi motivi per produrre l’energia che ci serve per vivere in casa inquinando il meno possibile. La raccolta di raggi solari e vento per accendere le luci delle nostre abitazioni è l’obiettivo principale della transizione ecologica varata già da qualche anno dal Governo.

E fotovoltaico e minieloico sono a basso impatto ambientale. Due strategie decisamente eco friendly per potere vivere in maniera serena, con basse spese in bolletta dando al contempo una mano al pianeta, che ne ha decisamente bisogno.

Il riscaldamento globale, frutto della devastazione che si è fatta via via più intensa a partire dalla seconda parte del 1700, sta portando ora rapidamente la Terra verso un punto di non ritorno. Dalla Rivoluzione Industriale in poi, le risorse e la qualità dell’aria sono peggiorate via via sempre di più. E la fascia d’ozono che protegge il pianeta dalle radiazioni solari non riesce più a fornire una schermatura completa come dovrebbe essere.

Fotovoltaico e minieolico, la convenienza è di casa

Delle pale mini eoliche
Delle pale mini eoliche (Pixabay)

Cosa c’entra tutto questo con fotovoltaico e minieloico da balcone? C’entra, perché chi li installa in casa attingerà il meno possibile alle risorse del pianeta, riducendo l’inquinamento ed il carico che grava sulle spalle della Terra. Nel Decreto Energia ci sono dei grossi incentivi allo scopo di potere persuadere quante più famiglie possibili ad optare per questo cambiamento.

La cosa vale non solo per le singole unità abitative ma anche per i condomini. È disponibile il modello unico semplificato per la posa e la attivazione di impianti con pannelli solari fino ad una potenza misurata di 200 kW. Il tutto con una procedura snellita il più possibile dai soliti orpelli burocratici.

Difatti risulterà facile l’installazione anche in centri storici ed in zone sulle quali vige un vincolo di qualche tipo. Con le dovute eccezioni del caso, per le quali ci vorranno necessariamente delle autorizzazioni.

Potrebbe interessarti anche: Bonus teleriscaldamento 2022, fino a 679 euro di contributo: come averlo

Quanti bonus appositi da potere utilizzare

Oltre al fotovoltaico ecco il minieolico, e questa è una soluzione per la produzione di energia molto comoda. Il tutto consiste nella installazione di piccoli impianti dedicati alla raccolta del vento. In questi casi le procedure per potere procedere risultano essere ulteriormente più semplici, grazie alle piccole dimensioni degli stessi.

Potrebbe interessarti anche: Bollette di luce e gas, come limitare i consumi ed i costi: fate così

Una cosa che però caratterizza anche il cosiddetto “fotovoltaico da balcone”, per il quale è sufficiente impiantare un singolo pannello solare di 2,4 kWh massimi di potenza. In questo caso il tutto è sfruttato come se fosse un generatore supplementare, più che una forma integrativa di produzione energetica. I costi di installazione di fotovoltaico e minieloico oscillano generalmente tra i mille ed i duemila euro.

Potrebbe interessarti anche: Pannelli solari, come fare per avere le grosse detrazioni fiscali previste

Ma ci sono diversi bonus statali dei quali è possibile usufruire per potere  godere di cifre che vanno dalla metà fino anche al 90% della cifra spesa, a volte. Il tutto avviene sotto forma di detrazione Irpef ottenibile nei dieci anni successivi ai lavori dichiarati. Qui c’è tutto quello che occorre sapere in materia di minieolico, con tutta la convenienza che la cosa comporta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *