Tornano le zanzare: come comportarsi in caso di puntura

Tornano le zanzare, come comportarsi in caso di puntura di questi assai fastidiosi insetti che popolano le Estati

Zanzare puntura
Zanzare (Pixabay)

Le zanzare, col cado, sono tornate. Fastidioso tormento dell’estate, ogni estate ci chiediamo come evitarle, come comportarci in caso di puntura, e come agire. Certamente, un pizzico di zanzare può risultare anche abbastanza fastidioso ma quel che è certo è che, spesse volte, non è neppure letale. Anzi, nella maggioranza dei casi.

Il morso di una zanzare è pericoloso solo se avviene in soggetti fortemente allergici e con patologie gravi in corso di sviluppo precedenti. Presa così, di per sé, il rischio è praticamente nullo. Detto questo però, ciò non toglie, che la faccenda risulti essere anche abbastanza fastidiosa. Vuoi mettere che passiamo ore e ore a grattarci, che sul braccio ci si forma quella cocente bollicina rossa?

Una soluzione c’è, ed anche più d’una. Per prima cosa, però, prima di agire, dobbiamo sapere distinguere se quella che ci ha punto è proprio una zanzara. Spesso infatti, sotto quella che definiamo, zanzara c’è una moltitudine di esemplari specifici. Molte, spesso, sono anche innocue. Lo sapevi ad esempio che il maschio della zanzara non può pungere? Generalmente più piccolo, è anche sprovvisto di proboscide.

Ti potrebbe interessare anche->Preparare un insetticida naturale contro i parassiti delle rose è facile. Basta fare così

Tornano le zanzare, ecco come comportarsi in caso di puntura

Spray zanzare
Spray contro le zanzare (Pixabay)

La prima cura è la prevenzione. Evitiamo cioè, per quanto questo sia possibile, di essere punti. Per far ciò evitiamo alcuni luoghi: i luoghi umidi, ricchi di acqua, sono l’ambiente preferito dalle zanzare femmine per deporre le uova. Ugualmente gli ambienti umidi e ricchi di anidride carbonica: cerchiamo quindi di tenere la stanza quanto più possibile ventilata e teniamo una buona igiene personale.

Ti potrebbe interessare anche->Come eliminare gli insetti, via da casa e giardino in modo naturale

Quando veniamo punti, ricordiamoci quel che ci dicevano sempre le nostre nonne: non grattiamoci. Cerchiamo di disinfettare la zona e di tenerla pulita. Ci sono degli stick a base d’acqua che possono aiutarti a calmare il prurito. Funzionano in ugual modo il ghiaccio, l’aloe, gli oli essenziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *