Antistaminici, attenzione a non abusarne perché possono avere effetti collaterali

Antistaminici, possono avere effetti collaterali e quindi bisogna usarli sempre con assennatezza e quando c’è reale necessità

Allergia polline
Allergia (Pixabay)

Con l’arrivo della bella stagione, arrivano anche le allergie. Molti ne soffrono: e diciamo subito che i sintomi sono tutt’altro che piacevoli. Naso chiuso, gonfiore, alle volte eruzione cutanee di diversa entità, nei casi più gravi anche difficoltà respiratorie. Le allergie più diffuse sono quelle alimentari, quelle agli acari della polvere e infine a molte piante a fioritura primaverile.

L’antistaminico viene spesso usato ai primi sintomi di allergia. Dobbiamo però tenere conto che non per tutte le allergie l’antistaminico è ugualmente efficace. Per esempio può fare poco e nulla, per tutte quelle allergie dal campo alimentare. Oppure, quando abbiamo il naso chiuso per vi di un’allergia, l’antistaminico non potrà fare nulla nel breve periodo.

Prima di prendere l’antistamincio, dobbiamo capire bene il contesto. Evitarlo infatti di prenderlo a sproposito è il primo passo. Spesso infatti ci dimentichiamo che l’antistaminico ha comunque degli effetti collaterali che è sempre meglio non sottovalutare, se non vogliamo incorrere in guai seri.

Ti potrebbe interessare anche->Pulizia condizionatori: come farla in modo impeccabile

Anti-staminici, attenzione a non abusarne: possono essere anche pericolosi

Acari allergie
Allergie (Pixabay)

Oggi, con gli antistaminici di seconda generazione, la frequenza e l’intensità  dei sintomi è di molto ridotta. Questo ci garantisce una tranquillità maggiore, ma dovremmo comunque non sottovalutare la questione.

Ti potrebbe interessare anche->Come togliere il giallo dal water: i rimedi naturali più efficaci

Ma quali sono i sintomi più frequenti?  sicuramente il sintomo principe è la sonnolenza, comune a tutti i tipi di anti-staminico. Motivo per cui è sempre meglio prenderlo la sera, se non in caso di emergenze. Altri sintomi possono essere senso di confusione, mal di testa, vertigini.  Se questi sono i più comuni, non mancano anche i sintomi classificati come rari: tra questi abbiamo tosse stizzosa, sensazione di secchezza alla bocca, sbalzi di umore. Anche i disturbi intestinali possono rientrare nella gamma sintomatica.

In caso di comparsa di febbre, sarebbe meglio avvertire subito il medico competente. Motivo per il quale è sempre meglio non sottovalutare mai l’antistaminico come farmaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *