Camera da letto al fresco in estate: tutti i trucchi per combattere il caldo

Se faticate ad addormentarvi a causa del caldo, ecco alcuni consigli da non perdere per mantenere la camera da letto al fresco in estate.

Dormire al fresco
Dormire al fresco: i consigli da mettere in pratica (Pixabay)

Dormire bene e per la quantità di tempo necessaria è indispensabile per affrontare con grinta ed energia gli impegni della giornata. A causa dell’afa e delle temperature elevate, però, in estate i disturbi del sonno si fanno più frequenti: per combatterli, è possibile attuare alcuni piccoli, semplici trucchi, che ci aiuteranno a tenere la camera da letto al fresco, così da conciliare il sonno e favorire un riposo completo e sereno.

Camera da letto al fresco: in estate bastano pochi semplici accorgimenti

Se faticate a prendere sonno, vi svegliate madidi di sudore nel cuore della notte e, al mattino, siete di pessimo umore, dovreste provare a mettere in pratica questi semplici trucchetti.

Attivare l’aria condizionata non è necessario: infatti, ci sono una serie di accortezze più salutari e meno impattanti che possono permetterci di dormire al fresco. Sappiamo bene, infatti, come l’aria erogata dal condizionatore ci esponga al rischio di mal di schiena, mal di testa, otite e torcicollo.

Inoltre, l’uso dell’aria condizionata aumenta la concentrazione di particolato fine e di ozono nell’atmosfera, contribuendo a peggiorare la già grave situazione ambientale, compromessa dai cambiamenti climatici.

Per tenere la camera da letto al fresco in estate basta poco: ecco i consigli da mettere in pratica.

Chiudere le finestre di giorno

Sebbene possa sembrare un consiglio strano, se non addirittura controproducente, in realtà questo accorgimento andrebbe messo in pratica soprattutto nel caso in cui la nostra camera da letto sia colpita dal sole nelle ore pomeridiane.

Stanza da letto
Stanza da letto (Pixabay)

Lasciare le finestre aperte, in questo caso, non favorirebbe l’ingresso dell’aria, ma solo del calore.

Così facendo, rischieremmo di aumentare la temperatura interna e peggiorare la situazione. Una volta tramontato il sole, potremo riaprire finestre e imposte, così da favorire la circolazione dell’aria fresca nell’ambiente.

Potrebbe interessarti anche: Doccia fredda: come combattere il caldo estivo e i suoi benefici

Bagnare il pavimento prima di andare a letto

Incredibile ma vero, lavare il pavimento prima di andare a dormire permette di ridurre la temperatura interna della stanza fino a 2 gradi.

Certo, l’idea di dedicarsi alle faccende domestiche nelle ore serali è decisamente poco allettante, ma basterà anche solo bagnare il pavimento con dell’acqua fredda per ottenere degli incredibili risultati.

Vale la pena tentare: una volta scoperta l’efficacia di questo metodo, non lo abbandoneremo mai più!

Potrebbe interessarti anche: Trucchi per rimanere freschi in auto senza aria condizionata

Attenzione alla scelta delle tende

Infine, l’ultimo accorgimento che ci permette di mantenere la camera da letto al fresco in estate riguarda la scelta delle tende.

Attenzione alla scelta delle tende
Camera da letto (Pixabay)

Naturalmente, si tratta di uno degli elementi decorativi per eccellenza; bisogna considerare, tuttavia, che le tende svolgono anche un’importantissima funzione: quella di schermare le finestre dai raggi del sole, impedendo al calore di propagarsi all’interno della camera.

Per questo, nella stagione estiva dovremmo ricorrere a tessuti leggeri, che favoriscano la circolazione dell’aria, e a colori chiari. Dopotutto, si sa: il nero attira i raggi UV, mentre il bianco rappresenta una barriera naturale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *