Luce accesa di notte: i problemi di salute che derivano

Tenere la luce accesa di notte può far nascere vari problemi di salute, oltre che a compromettere la qualità del sonno.

luce notturna
Lampada comodino (Pexels)

Influenzato dalla naturale transizione tra giorno e notte, il  corpo è fortemente condizionato dalla luce. Poiché il buio innesca reazioni chimiche all’interno dell’organismo volte a favorire il rilassamento. L’esposizione alla luce durante le ore notturne può influire sul ritmo circadiano naturale, sulla produzione di melatonina e sulla qualità complessiva del sonno.

I ricercatori di un nuovo studio scientifico pubblicato su Sleep, hanno scoperto che l’esposizione alla luce durante la notte può essere associata a un aumento del rischio di alcune condizioni di salute negli adulti più anziani. Per una settimana, il team di studio, ha seguito la routine di sonno di circa 500 partecipanti di età compresa tra 63 e 84 anni, e i livelli di esposizione alla luce nelle loro camere da letto. È emerso che meno della metà degli adulti dormiva regolarmente cinque ore al buio totale.

Ti potrebbe interessare anche >>> Spalmare la lavanda sotto i piedi prima di andare a dormire

Che problemi nascono dal tenere la luce accesa?

luce e problemi di salute
Dormire (Unspalsh)

Dopo un’analisi secondaria, i ricercatori hanno scoperto che, coloro che erano esposti ad una maggiore quantità di luce durante la notte, avevano anche maggiori probabilità di soffrire di diabete, obesità o ipertensione. La natura esatta della relazione non è chiara. Alcuni esperti suggeriscono che il legame tra l’esposizione alla luce notturna e queste tre condizioni di salute può essere dovuto in parte all’interruzione dell’orologio circadiano interno e alla riduzione della melatonina.

Ti potrebbe interessare anche >>> Alimenti che aiutano a dormire meglio: tutto ciò che favorisce il sonno

Per garantire un sonno sano, gli esperti suggeriscono di mantenere bassi i livelli di luce attraverso l’uso di tende oscuranti o di una maschera. Inoltre, bisogna cercare di posizionare il letto lontano dalla luce solare diretta e astenersi dal caricare i dispositivi elettronici in camera da letto. Questo per eliminare l’esposizione alla luce blu. Per gli anziani, i quali tendono a svegliarsi più frequentemente nel corso della notte, può essere necessario un certo grado di esposizione alla luce per ridurre il rischio di cadute. In questo caso, si consiglia l’uso di luci notturne fioche vicino al pavimento che emettono luce rossa o ambra, piuttosto che luce blu o bianca, che può essere più invadente e stimolante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *