Piedi: i segnali fondamentali da non ignorare per salvaguardare la salute

Anche i piedi dicono molto sulla propria salute e ci sono alcuni segnali che non sono da ignorare. Ecco a cosa prestare attenzione.

segnai piedi attenzione
Piedi (Unsplash)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Una persona in media fa dai 7.000 a 13.000 passi al giorno. Ogni volta che si mette un piede davanti all’altro, si scarica la quantità di peso corporeo su queste due piccole strutture anatomiche poste alla fine delle gambe. Con il tempo l’arco plantare si assesta, facendo sembrare i piedi più larghi e più lunghi. Inoltre, l’imbottitura della pianta del piede si assottiglia e le caviglie diventano più rigide con l’età.

Per mantenere i piedi in salute, bisogna assicurarsi:

  • unghie dei piedi siano tagliate dritte e non troppo corte
  • indossare scarpe che calzino bene e siano comode.
  • lavare e controllare i piedi ogni giorno.

Bisogna rivolgersi al proprio medico se si notano delle anomalie riguardanti i piedi poiché possono indicare problemi di salute gravi alla radice.

I segnali ai piedi da non ignorare per restare in salute

Piedi e scarpe
Piedi e scarpe (Pexels)

Prurito

Un prurito occasionale è normale ma se arriva al punto di voler grattare la pelle dei piedi, è il momento di consultare un medico. Il prurito è una sensazione fastidiosa e si verifica nei piedi per diversi motivi, come problemi della pelle e malattie. Può essere dovuto all’esposizione all’umidità e alle sostanze irritanti, ai batteri, ai funghi e ai virus. Alcuni dei problemi più comuni che causano il prurito ai piedi sono l’eczema, la psoriasi, la pelle secca, il piede d’atleta e le punture d’insetto.

Tuttavia, a volte il prurito non è solo cutaneo. Questo è particolarmente vero se si soffre di diabete. Se i livelli di zucchero nel sangue superano la norma, il prurito è uno dei primi segnali di allarme del corpo. Il diabete spesso provoca una cattiva circolazione, che porta anche al prurito e a una maggiore probabilità di sviluppare infezioni.

Bruciore

Chiamata anche sindrome dei piedi brucianti o sindrome di Grierson-Gopalan, è la sensazione di aver camminato sui carboni ardenti. Le cause sono molteplici e la maggior parte richiede l’intervento di un medico. Una causa comune è il piede d’atleta, per esempio. Il piede d’atleta è una condizione causata da un fungo che cresce in aree umide, tra cui scarpe e calzini umidi. Un’altra condizione che può causare questa sensazione è la neuropatia, ovvero il danneggiamento o la disfunzione di uno o più nervi.

Ulcere che non guariscono

L’ulcera è una piaga che non migliora o che continua a ripresentarsi. Anche se chiunque può svilupparla, è più frequente in chi soffre di diabete. Le ulcere neurotrofiche diabetiche derivano da problemi ai nervi e da traumi alle gambe e ai piedi. Circondate da calli, queste ulcere sanguinano e spesso compaiono sui talloni. Iniziano con la dimensione di un pisello e possono crescere fino a comprendere l’intero piede se non vengono trattate.

Decolorazione

La decolorazione del piede può avvenire a seguito di una lesione. Oltre alle lesioni, molte altre condizioni di salute possono causare il cambiamento di colore dei piedi e delle dita. Se il freddo o lo stress fanno diventare i piedi violacei, potrebbe essere la malattia di Raynaud. Il cambiamento di colore è dovuto al restringimento dei vasi sanguigni e alla riduzione del flusso di sangue nelle estremità. Una volta che queste tornano alle dimensioni normali, il colore dovrebbe tornare. I piedi rossi e squamosi possono essere un’indicazione di vasculite, malattia solitamente associata al lupus.

Deformità

Le deformità del piede sono spesso causate dalla genetica e da scarpe inadeguate. Tuttavia, anche altre condizioni mediche, tra cui diversi tipi di artrite e l’obesità, possono contribuire alle deformità dei piedi. Indipendentemente dalla causa o dal tipo di deformità, la pelle dei piedi può diventare callosa e dolorosa senza un trattamento adeguato. Inoltre, la pressione supplementare sui tendini e sui muscoli potrebbe causare stiramenti e strappi. Oltre al dolore ai piedi, è possibile che si verifichino disturbi anche in altre parti del corpo, come ginocchia, schiena e fianchi.

Calvizie alle dita dei piedi

Se improvvisamente si nota che i peli sulle dita dei piedi sono spariti, ci si dovrebbe rivolgere ad un medico per la sindrome dell’alluce calvo. Anche se la mancanza di peli sulle dita dei piedi può sembrare una cosa da nulla, potrebbe indicare un pericoloso problema di salute noto come malattia vascolare periferica, o PAD. La PAD deriva dalla placca che si accumula nelle arterie e riduce la circolazione sanguigna.

Dolore al tallone

Il dolore al tallone è spesso causato dall’uso di scarpe inadatte. Le scarpe che non calzano bene causano uno stress inutile ai piedi. Altre cause sono l’obesità, lo stare in piedi per periodi prolungati, l’artrite, i problemi all’arco plantare, le contusioni ossee, la tendinite di Achille, la borsite e gli sport che prevedono corse e salti prolungati. Una delle cause più comuni resta comunque la fascite plantare.

Gonfiore

Anche se generalmente indolore, il gonfiore ai piedi è causato da un accumulo di liquidi chiamato edema. Una causa di gonfiore dei piedi è la sedentarietà, ossia lo stare in piedi o seduti in un posto per un periodo prolungato. Anche le persone in sovrappeso o anziane sono più inclini al gonfiore. Infine, le fluttuazioni ormonali, soprattutto durante la gravidanza, causano gonfiore.

Unghie dei piedi scolorite o ammaccate

Le unghie scolorite sono causate dall’onicomicosi, un’infezione fungina, la quale è generalmente innocua. Anche gli infortuni, come inciampare, cadere su qualcosa e scarpe troppo strette, possono causare traumi alle unghie dei piedi. Quando ciò accade, spesso è accompagnato da un livido viola che col tempo cambia colore diventando marrone o nero. Le persone affette da diabete sono più soggette a infezioni fungine e a traumi alle unghie dei piedi, a causa del rallentamento della circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.