Bere questa bevanda può causare malattie del fegato (non è l’alcol)

Bere questa bevanda conosciutissima e popolare in tutto il mondo potrebbe causare malattie e disturbi del fegato. Di cosa si tratta.

Bevande da evitare
Bevande (Pixabay)

Gli articoli più letti di oggi:

La maggior parte di noi sa che bere troppo alcol fa male al fegato, ma non pensiamo alle bevande analcoliche che potrebbero danneggiare questo organo vitale. Invece dovremmo farlo. Una bevanda molto popolare tra i giovani può causare disturbi al fegato, secondo questa ultima ricerca. Tutti i dettagli.

Bere bevande con soda: tutti gli effetti collaterali per la salute

Le persone che bevono poco o niente alcol possono essere soggette alla malattia del fegato grasso non alcolica (NAFLD), che comprende una serie di patologie epatiche. Quando si soffre di NAFLD, nelle cellule del fegato si accumula una quantità eccessiva di grasso e, sebbene le persone affette da questa patologia raramente riportino sintomi nelle fasi iniziali, la NAFLD può infine causare la steatoepatite non alcolica (NASH), una condizione più avanzata caratterizzata da danni al fegato e compromissione della funzionalità epatica.

Energy drink
Energy drink (Pixabay)

Diversi fattori possono aumentare il rischio di NAFLD e NASH, tra cui alcune abitudini alimentari che rendono molto più probabile lo sviluppo di queste condizioni. Continuate a leggere per scoprire quale bevanda molto popolare è ora nota per scatenare la malattia del fegato grasso non alcolica e come il suo consumo può danneggiare la vostra salute.

Malattie del fegato più comuni

Negli Stati Uniti, la malattia del fegato grasso non alcolica è la forma più comune di malattia epatica cronica. Gli esperti stimano che tra un quarto e un terzo degli americani sia affetto da NAFLD o NASH.

L’infiammazione e il danno epatico causano alle persone affette da queste patologie cambiamenti significativi nella loro salute. Normalmente, meno del 5% del fegato è costituito da grasso, ma nei pazienti affetti da steatoepatite non alcolica (NASH), dal 50% all’80% del peso del fegato può essere costituito da grasso, soprattutto sotto forma di trigliceridi, spiega un recente studio.

Purtroppo, questo è solo l’inizio. La NAFLD o la NASH possono portare a una serie di gravi malattie, tra cui la cirrosi epatica cronica o la cicatrizzazione del fegato, l’accumulo di liquidi nell’addome (ascite), la fibrosi, l’insufficienza epatica e il cancro al fegato. Inoltre, lo studio del CJG osserva che la NASH è una “indicazione sempre più comune per il trapianto di fegato”.

Il consumo della soda può causare NAFLD e NASH

La ricerca ha dimostrato che il consumo di una bevanda popolare può aumentare significativamente il rischio di sviluppare NAFLD e NASH: le bevande zuccherate (SSB).

Uno studio del 2015 pubblicato sul Journal of Hepatology ha esaminato i dati dei partecipanti alle coorti Framingham Offspring e Third Generation del Framingham Study e ha scoperto che alti tassi di consumo di SSB erano collegati a una cattiva salute del fegato. “Abbiamo osservato che il consumo regolare di bevande zuccherate è associato a un maggior rischio di malattia del fegato grasso, in particolare nei soggetti sovrappeso e obesi”, hanno scritto gli autori dello studio.

Lo studio CJG ha confermato questi risultati dopo aver condotto un proprio studio trasversale nel corso di 36 mesi. Quando è stato controllato per altri fattori, tra cui la composizione della dieta e l’attività fisica, il consumo di bevande analcoliche è stata l’unica variabile indipendente in grado di prevedere la presenza di fegato grasso nell’82,5% dei casi, con una sensibilità del 100%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd