Pensare troppo stanca il cervello, lo dice uno studio

Pensare troppo fa male e questo è risaputo, ma secondo questo studio stanca anche il cervello, e gli effetti mentali che ne derivano possono essere questi.

pensare
Uomo che pensa (Pexels)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Ci sono persone che per carattere tendono a riflettere su qualsiasi cosa, altre invece che prendono la vita come viene, senza ragionare troppo su fatti e conseguenze.

E forse sarebbe meglio far parte di questa seconda categoria, perché a quanto pare pensare troppo stanca il cervello, con effetti negativi anche sul fisico. Vediamo insieme quali sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori di questo studio.

Quando pensare stanca il cervello: gli effetti mentali sono questi

pensare troppo
Ragazza che pensa troppo (Pexels)

Pensare a volte ci può aiutare a prendere delle decisioni e a far fronte alle avversità che la vita ci presenta. Ma come tutte le cose è bene non esagerare, perché anche pensare troppo può far male. Lo ha confermato uno studio condotto dall’Università della Salpêtrière di Parigi, grazie al quale sono stati analizzati gli effetti mentali che derivano da una giornata piena di pensieri e ragionamenti. Perché pensare stanca, soprattutto il cervello, il quale accumula delle sostanze che potrebbero essere tossiche nella corteccia prefrontale.

Nello specifico, durante lo studio è stata monitorata l’attività mentale del cervello di alcuni soggetti durante una giornata di lavoro, attraverso la spettroscopia di risonanza magnetica (Mrs). E i dati hanno dimostrato che solo i soggetti impegnati in attività mentali continuative e intense hanno registrato una profonda stanchezza. In particolare, in questi individui sono stati riscontrati livelli più elevati della molecola di glutammato. E sarebbe proprio questa molecola presente in grande quantità a rendere difficile il controllo cognitivo.

Da qui il consiglio dei ricercatori: meglio evitare di prendere decisioni importanti a fine giornata, specialmente se questa è stata contrassegnata da un’intesa attività mentale. Anche perché in questo modo saremo più orientati a scegliere la decisione più semplice e rapida, anche se non è detto che si tratti di quella giusta.

Ma quindi qual è il rimedio di fronte a questa condizione? Purtroppo non è possibile aggirare questo ostacolo perché il cervello tenderà sempre a comportarsi in questo modo. Ciò che però possiamo fare per prevenire il problema ed evitare di raggiungere tale condizione di stanchezza è riposare e dormire. Secondo altri studi è stato infatti rilevato che il riposo permette di eliminare il glutammato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd