Il segreto per fare la doccia più volte quando si ha caldo e non rovinare il pH della pelle

D’estate, si tende a fare la doccia più volte al giorno mettendo a rischio la salute della pelle. Ecco il segreto per preservarla.

Scarico doccia
Doccia (Pixabay)

Gli articoli più letti di oggi:

Con le alte temperature che si registrano in estate, utilizziamo tutte le risorse a nostra disposizione per rinfrescarci. Uno dei modi più comuni è quello di usare l’acqua fredda per fare la doccia, ma i dermatologi consigliano di usare l’acqua tiepida.

Fare la doccia troppo spesso: attenzione al pH della pelle

Con le alte temperature che si registrano in estate, utilizziamo tutte le risorse a nostra disposizione per rinfrescarci. Uno dei modi più comuni per farlo è quello di fare più docce al giorno, per alleviare la sensazione di calore ed eliminare la sensazione di sporco prodotta dalla sudorazione, soprattutto nelle zone in cui l’umidità ambientale è molto elevata.

Doccia
Fare la doccia (Pexels)

A tal fine, tendiamo a usare acqua fredda, pensando che questo abbasserà la nostra temperatura corporea. Tuttavia, gli esperti di dermatologia affermano che la cosa più consigliabile da fare in qualsiasi periodo dell’anno è optare per una doccia con acqua tiepida, a una temperatura di circa 30 ºC (sotto i 25 gradi sarebbe considerata una doccia fresca e sopra i 38 gradi calda).

Può sembrare contraddittorio, poiché una doccia fredda, come rimedio rapido, elimina la vampata di calore a causa del contrasto di temperatura. Tuttavia, a lungo termine, l’effetto sarà peggiore.

Questo perché quando bagniamo la pelle con acqua fredda, il corpo invia il segnale che stiamo cercando di abbassare la temperatura, quindi internamente cercherà di bilanciare questo squilibrio producendo più calore. Il corpo cercherà di non perdere temperatura in quell’area e di conseguenza, quando usciamo dalla doccia, la sensazione termica sarà più alta di quando siamo entrati.

Ogni quanto farsi la doccia d’estate

Per quanto riguarda la frequenza della doccia, il dermatologo cordovano José Carlos Moreno ci assicura che una doccia quotidiana non compromette il nostro mantello lipidico. Il problema non sta tanto nell’eccesso di acqua quanto nell’uso del sapone, un prodotto che finisce per dissolvere il nostro naturale involucro di difesa.

Aggiunge che quando si tratta di fare una doccia rinfrescante durante la stagione calda, bisogna tenere conto di fattori come la provenienza dell’acqua che ci scorre addosso. “Nelle zone costiere, come Malaga, l’acqua è un potente cocktail di calcio e calcare e la pelle si secca molto”, sottolinea Moreno. All’interno della penisola o nel nord della Spagna, invece, l’acqua è più alcalina e più rispettosa della pelle.

Mantenere la pelle pulita e sana non è importante solo per la salute, ma anche per il benessere, perché dà fiducia e ottimismo per affrontare la giornata. Anche il lavaggio frequente delle mani con sapone antibatterico è essenziale per combattere e prevenire la diffusione di batteri e virus come l’influenza. La doccia rimuove dalla pelle l’olio e l’inquinamento, che possono causare congestione, eruzioni cutanee e opacità, oltre a profumare la pelle eliminando il sudore e gli odori”, afferma Sanex.

Cura della pelle dopo la doccia

Dopo la doccia, non bisogna dimenticare di utilizzare una crema o una lozione idratante, sempre adatta al nostro tipo di pelle, per mantenere la naturale idratazione del nostro corpo, che si perde più rapidamente nella stagione calda rispetto ai mesi più freddi. E’ necessario idratare la pelle ogni giorno. Per farlo, oltre a utilizzare una buona crema o lozione idratante dopo la doccia, poiché la pelle perde il 25% della sua naturale idratazione durante la doccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd