Bonus Trasporti, come ottenerlo e quanto tempo c’è: i dettagli

I dettagli sul Bonus Trasporti 2022: in che cosa consiste, qual è la piattaforma online dove fare domanda e chi può ottenerlo. Inoltre, quanto offre, quando parte e quanto tempo c’è per averlo.

Una fermata in metropolitana
Una fermata in metropolitana (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Bonus Trasporti, si parte con la misura che offre delle importanti agevolazioni a chi si avvale con frequenza dei mezzi pubblici per i propri spostamenti. Questa misura, che fa parte delle tante inserite all’interno del decreto Aiuti bis, ha come scopo in particolare incentivare le persone a preferire treni, autobus ed altro al posto delle auto.

Cosa che può aiutare a ridurre l’emissione di CO2 nell’atmosfera e quindi l’impatto ambientale. Tale provvedimento inoltre è rivolto a chiunque, dagli studenti ai lavoratori fino ai pensionati. Il Bonus Trasporti copre le tratte locali come anche quelle regionali ed interregionali. C’è però una condizione.

Per potere usufruire dei vantaggi forniti dal Bonus Trasporti è necessario infatti avere un abbonamento ad un mezzo pubblico, da stipulare entro il 31 dicembre 2022. Per quest’anno consta di 180 milioni di euro di fondi. E quanto offre per ogni persona che risulterà beneficiaria? Inoltre, quali sono i termini e cosa bisogna fare per avere il Bonus Trasporti?

Bonus Trasporti 2022 domanda, la piattaforma online dove richiederlo ed i requisiti

Un autobus in transito
Un autobus in transito (Pixabay)

Il contributo massimo garantito da questa misura è di 60 euro per gli abbonamenti mensili oppure annuali. C’è un apposito sito web da visitare allo scopo di avanzare richiesta di ottenimento. Si tratta di www.bonustrasporti.lavoro.gov.it, portale curato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

L’accesso va compiuto mediante credenziali SPID o di Carta di Identità Elettronica. Poi bisogna compilare tutti i dati richiesti, tra i quali la spesa sostenuta ed il soggetto di riferimento con il quale è stato fatto l’abbonamento. Ci sono anche dei criteri da rispettare per potere essere ritenuti idonei a ricevere la copertura di questo bonus.

Occorre anche avere un reddito annuo non superiore ai 35mila euro, oltre a stipulare un abbonamento prima che scatti il 2023. Non vale per i seguenti servizi:

  • prima classe;
  • executive;
  • business;
  • club executive;
  • salotto;
  • premium;
  • working area;
  • business salottino;

L’impiego del bonus va usato entro il mese di emissione. Basta presentarlo in biglietteria per un controllo rapido. E vale per un solo gestore, cosa che è facile intuire già in sede di compilazione della domanda via web, dal momento che sarà consentito inserire il nome di un unico ente di trasporti con il quale ci si è abbonati. Una cosa importante da sapere è che questo provvedimento parte ufficialmente dal 1° settembre 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.