Specie aliena in Italia: è allarme, si muove la protezione civile

Specie aliena in Italia: è allarme, si muove la protezione civile. Vediamo di quale specie si tratta e quali città sono più a rischio

Attenzione specie aliena
Nuova specie in Italia (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

L’italia si sta popolando lentamente di specie aliene che non le sono proprie. L’ultima arrivata è una specie appartenente al mondo degli insetti: si è già rivelata particolarmente aggressiva e forte, anche nei confronti dell’uomo. Vediamo di quale specie si tratta, dove la possiamo trovare e quali sono i rischi connessi al suo morso.

Specie aliena in Italia: attenzione, è molto aggressiva

Vespa orientalis in italia
Vespa orientalis (Pixabay)

Rispetto ad altre parti del mondo, l’Italia è riconosciuta per avere tutto sommato poche specie davvero pericolose. Specie per quanto riguarda gli insetti: abbiamo, ad esempio, solo un paio di ragni velenosi- il cui veleno è di rilevanza medica per l’uomo. Le zanzare, salvo casi specifici in cui il soggetto è già debilitato  o debole, non sono pericolose per l’uomo. Nonostante anche qui, negli ultimi tempi, gli avvistamenti  di specie non italiane è stata abbastanza alta.

Ma ora un altro allarme è stato lanciato. Ad essere stata avvistata, anche più volte, una specie aliena ed anche abbastanza aggressiva, che addirittura può rivelarsi pericolosa per l’uomo. Rimangono sconosciute le cause che attirano questi animali fino al nostro paese, e non abbiamo chiaro neppure se sia una presenza momentanea o permanente.

Si tratta della vespa orientalis, una vespa più aggressiva del normale e di dimensioni più grandi. Un aneddoto che può farci sorridere, ma che in realtà la dice lunga sulla forza dell’animale, è quello di un cittadino romano che racconta di come queste vespe abbiano portato via le crocchette del suo cane.

E’ in effetti proprio la capitale la città in cui sono stati registrati i maggiori avvistamenti di quest’animale, a tal punto che la protezione civile ha diramato l’allerta, ed ha preparato un numero verde che i cittadini possono chiamare in caso avvistino nidificazioni di quest’animale.

Non sappiamo ad oggi molto sulla specie in questione, si presuppone che sia attratta dalle discariche e dai cumuli di immondizia ma sono in corso nuovi studi per inquadrarne al meglio le abitudini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.