Temperatura dei termosifoni, perché ti fa male se la tieni così

Dobbiamo fare attenzione alla temperatura dei termosifoni e dei riscaldamenti in generale che teniamo in casa. Ci possono infatti essere delle conseguenze sulla salute.

Un termosifone in casa
Un termosifone in casa (Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Temperatura dei termosifoni, le direttive che andranno messe in atto quando arriverà la stagione fredda saranno improntate a settare la stessa a livelli inferiori rispetto al consueto. E questo a causa della necessità di dovere applicare delle politiche volte al risparmio, a causa dei grossi rincari che riguardano il consumo di gas.

Proprio il gas naturale e la corrente elettrica hanno subito degli aumenti di prezzi molto pesanti rispetto al trimestre del 2021. Ora siamo addirittura a +140% da pagare nella bolletta della luce ed a quasi il 70% per quanto concerne quella del gas. Cosa che si traduce in un esborso mostruoso per famiglie ed aziende. Abbassare la temperatura dei termosifoni sarà uno degli accorgimenti necessari per potere risparmiare.

Tra l’altro le forniture di gas sono anche inferiori rispetto al passato, per via delle ben note vicissitudini politiche che hanno contraddistinto quasi tutto l’anno in corso. Occorrerà fare ricorso alla morigeratezza. Ma fare in modo di calare la temperatura dei termosifoni può avere delle conseguenze sulla salute delle persone?

Temperatura dei termosifoni, cosa succede alla salute

Dei riscaldamenti in ambiente domestico
Dei riscaldamenti in ambiente domestico (Pexels)

Va detto che ogni individuo ha la propria capacità di percepire il caldo od il freddo. Questo dipende anche dai fattori climatici che caratterizzano il luogo in cui si vive. Poi anche la pressione dell’aria e l’umidità giocano un ruolo decisivo, ed infatti la stessa temperatura può fornire delle sensazioni diverse tra un ambiente umido ed uno secco.

Per non contare poi anche quelle che sono le proprie abitudini. Chi non è abituato a fare attività fisica e si muove poco, accusa maggiormente il freddo. Non bisogna comunque dimenticare che un riscaldamento troppo elevato può provocare dei contraccolpi sulla salute.

Ambienti o troppo umidi o troppo secchi possono comportare delle complicazioni alle vie aeree ed a chi soffre di allergie, soprattutto al polline. Possono sorgere infatti delle infezioni, per via di mucose secche che quindi possono essere più facilmente attaccare da virus e batteri. E questo capita specialmente con una temperatura elevata.

Cosa che può anche portare al sorgere di mal di testa, dermatiti ed a disturbi del riposo. Sarà capitato a volte di svegliarsi sudati anche in inverno, perché il riscaldamento in casa era troppo elevato. La temperatura consigliata deve essere sui 18-19° e possono bastare anche poche ore ben distribuite lungo l’arco della giornata per stare al caldo in casa senza nessuna conseguenza per il fisico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.