Come prolungare l’abbronzatura anche al rientro dalle vacanze

Purtroppo le vacanze sono terminate e addio tintarella: ecco come prolungare l’abbronzatura nonostante i rientro in città.

prolungare abbronzatura dopo vacanza
Ragazza prende la tintarella in riva al mare (Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

L’estate volge al termine e tutto ricomincia. Addio tintarella in spiaggia o in piscina, tuttavia, grazie ad alcuni consigli, è possibile prolungare l’abbronzatura. La skin care post vacanza è importante, specialmente dopo una lunga vacanza al mare. Ma non bisogna essere incauti, è importante ritemprare la pelle dopo lo stress dei raggi solari.

Occorre utilizzare i prodotti giusti, capaci di nutrire e idratare la cute e, allo stesso tempo, capaci di non appesantire, restando leggeri. A tal proposito, sveliamo un segreto che non molti conoscono: l’esfoliazione o lo scrub non tolgono l’abbronzatura, anzi, aiutano a mantenerla. Diamo un sguardo alle accortezze da prendere per una corretta skin care post estate.

Skin care post vacanza, come prolungare l’abbronzatura

abbronzatura post estate
Ragazza prende il sole (Pexels)

Per prima cosa, non bisogna mai applicare un detergente viso troppo aggressivo. In questa prima fase post vacanza, la pelle è molto fragile e stressata. Non dobbiamo fare ulteriori danni, perciò è preferibile utilizzare detergenti viso poco schiumosi perché meno aggressivi.

Meglio se si utilizzano prodotti in latte o in mousse, che svolgono una migliore azione lenitiva e idratante rispetto alle schiume. Il latte detergente è molto efficace per le persone con cute grassa, oppure detergenti in olio. Inoltre, è importante struccarsi sempre prima di andare a dormire, specialmente se la pelle è abbronzata.

Si deve utilizzare acqua micellare e poi proseguire con l’applicazione del latte detergente. Texture leggere sono l’ideale per mantenere la pelle fresca e idratata. Il consiglio è quello di proseguire con creme viso in gel, che sono leggere, almeno fino all’arrivo del primo freddo. Idratare la pelle ogni giorno è una buona abitudine per mantenere a lungo la tintarella.

Si può applicare anche un buon tonico, oppure un siero agli oli naturali, prima dell’applicazione della crema. E ancora, lo scrub, tanto temuto, in realtà fa bene alla tintarella. Esfoliare la pelle dopo l’estate è una sana abitudine perché non si intacca l’abbronzatura, rimuovendo solo lo strato superficiale della cute, ossia le cellule morte.

In questo modo, la pelle manterrà più a lungo la sua abbronzatura e sarà bella e luminosa. Lo scrub andrebbe effettuato una volta a settimana. Si sconsigliano, invece, i peeling chimici. Per il buon mantenimento della tintarella, si può applicare una maschera composta da ingredienti naturali. In commercio ce ne sono tante, indicate proprio per una funzione doposole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.