Come scaldare correttamente la pasta avanzata? Le possibili soluzioni

Scaldare la pasta del giorno prima ci ha salvato molte volte, oltre a essere un’ottima soluzione per la schiscetta da portare al lavoro, ma come scaldarla correttamente?

scaldare pasta
Pasta riscaldata (Pinterest – brododicoccole.com)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

A volte calcolare le porzioni può essere difficile ed è per questo che molto spesso si finisce per compiere degli errori, trovandosi con una quantità di pasta maggiore del previsto.

Buttarla è però da escludere e la soluzione migliore in questi casi è senza dubbio metterla in frigorifero per scaldarla il giorno dopo. Ma siamo proprio sicuri di sapere come si fa? Per risolvere qualsiasi tuo dubbio, ecco alcuni modi possibili per sapere come scaldare correttamente la pasta avanzata.

elettrodomestici
Forno e microonde (Pexels)

Trovarci con la pasta avanzata è un rischio che incombe nel momento in cui ci rendiamo conto di aver calcolato male le dosi. Ma non tutto il male viene per nuocere, perché questa pasta, se scaldata a dovere, può essere la soluzione ideale per il tuo pranzo in ufficio o per un pasto rapido e veloce quando non hai troppo tempo a disposizione. Esistono però modi e modi per scaldarla e non tutti permettono di ottenere un buon risultato. Ecco perché è necessario individuare quali sono  le soluzioni migliori per scaldare correttamente la pasta.

Tutto dipende anche dalla quantità e dal tipo di pasta che vogliamo scaldare, e se questa è minima o se la pasta è quella lunga, gli spaghetti o le tagliatelle, allora il microonde può essere un’ottima soluzione. Metti dunque la pasta sopra un piatto da utilizzare con il microonde e poi spargici sopra un filo d’olio; coprila con un coperchio e poi scaldala per qualche minuto. Vedrai che l’olio farà il suo effetto e la renderà morbida.

Un altro metodo può essere quello di passare la pasta avanzata nell’acqua bollente per al massimo mezzo minuto. Un trucco efficace con gli spaghetti, dato che questi sono quelli che maggiormente si appiccicano tra loro e che in questo modo si separeranno l’uno dall’altro. Altrimenti, un’ottima soluzione consiste nel mettere la pasta all’interno di una ciotola e versarci sopra l’acqua calda. Dopo un minuto scolala e vedrai che sarà sarà morbida e calda. Se poi quella che hai da scaldare è la pasta col sugo, prova a metterla in una casseruola e scaldarla nel forno per 20 minuti. Vedrai che così facendo la pasta risulterà essere croccante e calda al punto giusto. L’aggiunta di mozzarella o Parmigiano la renderanno poi fenomenale.

Infine arriviamo all’ultimo metodo che consiste nell’utilizzo di una padella antiaderente. Come prima cosa versaci dell’olio e scaldalo, e poi solo successivamente aggiungici la pasta, che in questo modo rimarrà più secca ma sarà sicuramente più gustosa e croccante. Anche in questo caso puoi rendere il tutto più goloso con un po’ di mozzarella e del Parmigiano. Fai però attenzione a mescolarla spesso altrimenti potrebbe bruciarsi! Attendi 2 o 3 minuti e voilà, la pasta sarà pronta per essere mangiata.

Ora che sai quali sono i modi più efficaci per scaldare la pasta, sono sicura che non ti tirerai più indietro quando ti toccherà mangiare gli avanzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.