Il peso dello zaino incide sullo sviluppo e sull’altezza dei bambini

Il peso eccessivo dello zaino crea problemi di crescita nei bambini, se il peso è troppo elevato, si rischia di rallentarne la crescita.

peso zaino schiena bambini
Piccolo studente alla lavagna (Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI D OGGI:

Ora che si torna dietro i banchi di scuola, la Società Spagnola di Riabilitazione e di Medicina Fisica (SERMEF) avverte i genitori del pericolo degli zaini troppo pesanti. Quando il peso è eccessivo, infatti, si rischia di creare danni allo scheletro del bambino, rallentandone la crescita. Dopo anni di scuola, trasportare sulle spalle uno zaino colmo di libri può dare origine a numerosi problemi di salute.

Non è un caso se gli zaini possiedono una cintura, da allacciare alla vita. Eppure, quasi nessun ragazzo la utilizza, considerandola inutile. Non bisogna mai sottovalutare le pressione sulla schiena, ai danni della colonna vertebrale, soprattutto durante lo sviluppo, in un’età che è di passaggio e in continua evoluzione. Ma il peso dello zaino deve anche essere distribuito bene sul corpo.

Zaini pesanti possono causare problemi alla colonna vertebrale

zaino pesante problemi salute
Alunni rientrano a scuola (Pexels)

Abitudini corrette aiutano i bambini a proseguire uno sviluppo sano. Ad esempio, è sempre sbagliato portare lo zaino appeso soltanto a una spalla. Meglio indossarlo su tutte e due le spalle, scaricando il peso e distribuendolo in modo migliore. Inoltre, occorre sempre controllare le materie del giorno dopo, in modo tale da organizzare i libri da portare con sé, diminuendo il peso nella cartella.

Un’idea efficace, per far fronte a questi problemi, è l’invenzione degli zaini a rotelle, ormai diffusi da tempo, ma che fino agli anni ’90 non si utilizzavano. Questi sono ottimi perché evitano che il peso dello zaino gravi sulla schiena dei ragazzi. Secondo gli esperti, il peso dello zaino non dovrebbe superare il 15% del peso totale del corpo.

Portare pesi sulle spalle, si sa, comporta diversi problemi, ma non è la sola preoccupazione del SERMEF, perché si punta il dito anche contro il sistema scolastico, che prevede troppe ore di studio. In questo caso, i bambini restano seduti a lungo, per gran parte della giornata, magari davanti agli schermi. In questo modo, i ragazzi si educano a una quotidianità sedentaria, e così tendono a ingrassare e a rovinarsi la vista.

I ragazzi, invece, ma ciò vale per tutti quanti, dovrebbero alternare attività sedentarie con quelle sportive, o comunque movimentate. È importante puntare su attività extrascolstiche, da inserire nei programmi di scuola. Insomma, i medici consigliano di diffondere la cultura del movimento, in modo tale che il corpo di un ragazzo che sta crescendo possa rafforzarsi e svilupparsi in modo naturale, evitando problemi di salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.