Obesità e colesterolo alto: sono correlati tra loro? Ecco cosa sapere

Avere il colesterolo alto aumenta il rischio di obesità? Scopriamo insieme qual è la relazione tra l’accumulo di peso in eccesso e gli elevati livelli di questo grasso nel sangue.

Obesità ipercolesterolemia
Colesterolo alto e obesità: qual è il nesso? (Canva)

Colesterolo alto e obesità rappresentano due gravi fattori di rischio, che ci espongono in maggior misura all’insorgenza di patologie cardiovascolari e diabete. L’ipercolesterolemia può portarci ad ingrassare? Scopriamo insieme qual è il rapporto tra colesterolo alto e alimentazione, per poi esaminare tutti i rischi connessi a questa condizione potenzialmente letale.

Ipercolesterolemia: tutti i rischi

Il colesterolo è un grasso presente all’interno del sangue, prodotto in larga parte dal nostro organismo e assimilato in minor misura tramite la dieta.

Ipercolesterolemia
(Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Possiamo distinguere due tipologie di colesterolo:

  • Colesterolo LD, anche noto come “colesterolo cattivo”, perché se presente in grandi quantità tende a depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni, ostruendoli;
  • Colesterolo HDL, anche noto come “colesterolo buono”, perché spazza via il colesterolo cattivo, trasportandolo nel fegato affinché venga eliminato.

I depositi di grasso all’interno dei vasi sanguigni, anche detti placche aterosclerotiche, restringono il lume delle vene, riducendone l’elasticità. Questo determina il maggior rischio di ictus e infarto.

Quando preoccuparsi per il colesterolo alto? In linea di massima, non dovremmo mai superare valori pari a 200 mg/dl di colesterolo totale. Tra i fattori di rischio che possono contribuire all’ipercolesterolemia ci sono:

  • Sedentarietà;
  • Obesità;
  • Fumo di sigaretta.

Colesterolo alto e obesità: qual è il nesso?

Ora non ci resta che rispondere alla domanda iniziale: qual è il nesso tra colesterolo alto e obesità?

In realtà, non necessariamente l’ipercolesterolemia è intrinsecamente legata all’alimentazione. La dieta, infatti, influisce sul livello di colesterolo nel sangue con un incidenza pari al 20-30%.

Come abbiamo anticipato, infatti, sono molti altri i fattori che possono causare questa condizione. Oltre a quelli legati al nostro stile di vita, ci sono anche:

  • Genetica;
  • Patologie epatiche;
  • Diabete;
  • Assunzione di farmaci.

Con particolare riferimento all’alimentazione, non esiste un collegamento specifico tra ipercolesterolemia e obesità: anche chi è normopeso, o addirittura sottopeso, può presentare questa condizione.

Infatti, l’aumento del livello di questo grasso nel sangue dipende da una cattiva alimentazione, eccessivamente ricca di grassi animali, oli vegetali saturi, insaccati, formaggi e uova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.