Balcone sporco al rientro dalle ferie? Lo puoi lavare così

Il rientro dalle ferie può essere problematico per molti aspetti, e tra le incombenze a cui dovrai far fronte ci sarà anche il fatto di pulire il balcone sporco, ma fortunatamente lo puoi lavare in questo modo.

pulizie balcone
Donna pronta per le pulizie (Pexels)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Se sei andato in vacanza, che sia per poco o molto tempo, potresti trovare al tuo rientro parecchie cose da fare e tra queste vi è senza dubbio la pulizia del balcone sporco.

Le intemperie e le diverse condizioni atmosferiche possono infatti sporcare il balcone anche in poco tempo, specialmente se ti trovi in una località vicina al mare. In queste condizioni la sabbia può infatti depositarsi spinta dal vento e ricoprire in men che non si dica la superficie.

Ma vivere in città non è di certo meglio, considerando lo smog e l’inquinamento atmosferico, le cui particelle possono depositarsi proprio qui. In qualsiasi caso, dunque, lavare il balcone è una necessità. E se vuoi rendere questo compito meno impegnativo al rientro delle ferie, allora fai così.

Come puoi lavare il balcone sporco al rientro dalle ferie

macchie balcone
Togliere le macchie dal balcone (Pinterest – vivodibenessere.it)

Abbiamo da poco visto come pulire la casa al ritorno dalle vacanze e tra i diversi ambienti non può mancare di certo il balcone; uno spazio importante da considerare quando ci si vuole rilassare e prendere una boccata d’aria. E non si può di certo farlo in uno spazio sporco, giusto? Ecco perché è importante seguire passo dopo passo queste istruzioni per pulire al meglio il balcone.

Come prima cosa, munisciti di scopa e spazza il pavimento, liberandoti di tutta la polvere e dello sporco accumulato, anche sul muretto. Una volta concluso questo primo e importante passaggio, puoi passare al lavaggio di persiane e tapparelle, dove anche qui è possibile che vi sia accumulata una grande quantità di polvere.

In questo punto devi però fare attenzione a non far cadere lo sporco all’interno dell’ambiente domestico. Se poi hai delle persiane o tapparelle in legno, ossia quelle più delicate, ti conviene utilizzare una semplice spugnetta e del sapone di Marsiglia. Per tutti gli altri casi, come ad esempio persiane in alluminio o PVC, può essere sufficiente il bicarbonato o l’aceto; entrambi efficaci contro lo sporco.

A questo punto puoi arrivare a balaustre o ringhiere, la cui pulizia la puoi risolvere semplicemente versando 1 bicchiere di aceto bianco (da sostituire con 1 cucchiaino di sapone Marsiglia o di bicarbonato qualora la balaustra fosse in marmo) all’interno di un secchio d’acqua. Immergici una pezza e dopo averla strizzata togli via lo sporco. Per eventuali incrostazioni utilizza sempre una spugnetta; l’importante è che sia poco abrasiva per evitare di danneggiare le superfici.

Utilizza la spugna anche per pulire i vasi che contengono le tue amate piante che hai sul balcone. Ti basterà versarci sopra un mix di aceto e acqua e dopo una passata risciacquare con un panno in microfibra. Infine, si conclude il tutto con la pulizia dei pavimenti, di solito in cotto, versando mezzo bicchiere di aceto bianco o di mele all’interno di un secchio colmo di acqua calda. Se invece i pavimenti sono in pietra o marmo, allora sarà sufficiente qualche scaglia di sapone Marsiglia e 1 cucchiaio di bicarbonato.

Ora che sai nel dettaglio come pulire il balcone con rimedi naturali, non perdere tempo a comprare detersivi e corri ad aprire la credenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.