A rischio la produzione di pane da una Regione italiana

I costi esorbitanti stanno incidendo profondamente sulla produzione del pane, a rischio soprattutto una Regione italiana.

allarme produzione pane
Pane appena sfornato (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

I rincari stano gettando nel caos famiglie e imprese. I costi di produzione sono talmente esorbitanti che a rischio ci sono interi settori. O si chiude o si aumentano in maniera spropositata i prezzi. Ma questa è un’idea di commercio davvero scriteriata e controproducente. Oltre al caro bollette, a incidere è anche la scarsa reperibilità delle materie prime.

È il caso del pane, prodotto che presto potrebbe scomparire dagli scaffali dei negozi. Una Regione in particolare mette in risalto la sua preoccupazione, dopo che tutta il settore è andato in crisi: la Campania. La Commissione Agricoltura della Regione Campania, insieme all’associazione Unipan-Confcommercio, lanciano l’allarme.

Produzione di pane, l’allarme lanciato da tutto il settore

rischio pane Campania
Pagnotte fresche in panificio (Pixabay)

Servirebbe uno sforzo tempestivo per tappare le falle del sistema e per controllare questo periodo di crisi. Il presidente di Unipan afferma che la situazione è davvero delicata e che tutti i panificatori campani sono costretti ad aumentare vertiginosamente i prezzi dei prodotti per far fronte alle spese.

Il problema è che i rincari ricadono poi sui consumatori, con cifre pazzesche per una famiglia di ceto medio. In Campania è allarme pane, con bollette che hanno raggiunto prezzi da capogiro, quintuplicati negli ultimi mesi, e i costi di gestione non più sostenibili per gli imprenditori.

rincari pane Campania
Scorte di pane (Pixabay)

I negozi, d’altronde, non possono far altro che far levitare i prezzi. Ma è possibile vendere un kg di pane a 6 euro? In questo modo, i cittadini sono scoraggiati all’acquisto del prodotto e gli esercenti non lavorano. Cosa resta da fare? Chiudere bottega? Purtroppo, il prezzo del pane è in costante aumento, a partire dallo scorso anno, con rincari sempre più pressanti.

Il pane italiano, che è di un’estrema qualità, in questo contesto rischia di sparire. Non soltanto la Campania è alle prese con i rincari di tutto il settore, ma anche il resto dell’Italia e dell’Europa, con la difficoltà nel reperimento del grano, che arriva a singhiozzo dall’Ucraina, principale esportatore.

Inflazione e rincari stanno condannando un Paese intero, per questo motivo le associazioni di categoria chiedono interventi veloci per risollevare le imprese. La crisi si è abbattuta su tutte le filiere alimentari, quindi non solo pane, ma anche pesce e carne. Cosa ci attende nel prossimo futuro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.