Le tossine più pericolose che si trovano negli alimenti

Attenzione a queste sostanze contenute nel cibo, possono rivelarsi tossiche per la nostra salute: scopriamo insieme quali sono le tossine più pericolose che si trovano negli alimenti, compresi quelli che consumiamo ogni giorno.

Alimentazione: attenzione a queste sostanze
Cibo spazzatura (Canva)

Ciò che mangiamo può proteggere il nostro organismo da malattie come diabete e infarto, o aumentare esponenzialmente il rischio di insorgenza di queste patologie. Per tale ragione, prestare attenzione alla composizione degli alimenti che assumiamo quotidianamente è fondamentale. Sapevate che nei cibi comunemente disponibili sugli scaffali del supermercato si trovano tossine pericolose per la nostra salute? Ecco quali sono.

Tossine negli alimenti: l’elenco delle più pericolose

Pianificare accuratamente la nostra alimentazione è essenziale per assicurarci di consumare cibi sani e nutrienti.

Alimenti che contengono tossine
Alimenti che contengono tossine (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Tra le accortezze a cui prestare attenzione, ci sono la provenienza e la composizione degli alimenti che acquistiamo. Attraverso la dieta, infatti, il nostro organismo assimila preziose sostanze, indispensabili per il corretto svolgimento delle attività vitali.

D’altro canto, però, dovremmo evitare di consumare quei cibi che contengono tossine pericolose per l’organismo. Di quali si tratta e perché dovremmo stare loro alla larga? Scopriamolo insieme.

Bisfenolo A

Il motivo per cui si sconsiglia di acquistare cibi e bevande imballati nella plastica esula dalla, già importante di per sé, questione ambientale. Infatti, questa abitudine può avere risvolti negativi sulla nostra salute.

All’interno di plastica e metalli si trova il bisfenolo A, un composto chimico che è in grado di filtrare dai contenitori e permeare all’interno degli alimenti. I rischi derivanti dall’assimilazione di questa sostanza riguardano soprattutto la salute riproduttiva:

  • Altera la funzione ormonale;
  • Danneggia il feto;
  • Aumenta il rischio di cancro al seno e al colon.

Grassi idrogenati

I grassi idrogenati sono dei lipidi che subiscono un processo noto come “idrogenazione”, messo in campo dall’industria alimentare per aumentare i tempi di conservazione degli alimenti.

Durante questa operazione, la consistenza dei grassi insaturi, che è allo stato liquido, viene trasformata in solida o semi-solida. I grassi idrogenati si trovano generalmente nei prodotti da forno e nei dolciumi industriali.

Quali sono i loro effetti sul nostro organismo? Queste sostanze possono incrementare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, aumentando il rischio di malattie cardiovascolari  come ictus, infarto del miocardio e aterosclerosi.

Zuccheri aggiunti

Infine, gli zuccheri aggiunti chiudono l’elenco delle tossine contenute nei cibi, che dovremmo evitare di assumere.

Si tratta di zuccheri raffinati con cui gli alimenti vengono arricchiti. Queste sostanze si trovano all’interno di:

Quali sono i rischi derivanti dall’assunzione degli zuccheri aggiunti? In primo luogo, queste sostanze provocano danni per la salute dentale, determinando l’insorgenza di carie. Inoltre, possono aumentare il rischio di diabete e obesità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.