Mal di denti notturno: possibili cause e rimedi per calmare il dolore

Cosa fare in caso di mal di denti notturno? Esaminiamo tutte le cause e le modalità di intervento per recuperare benessere e serenità.

Dolore dentale di notte
Mal di denti di notte (Canva)

Vi capita spesso di svegliarvi nel cuore della notte a causa di un forte mal di denti? In questa parte della giornata, solitamente il dolore tende ad acuirsi. Perché accade e quali potrebbero essere i fattori scatenanti alla base di questo disturbo? Scopriamo insieme quando preoccuparsi e come intervenire per placare il dolore e i disagi causati da questa spiacevole condizione.

Mal di denti notturno: tutte le cause

Svegliarsi in piena notte a causa del mal di denti è tutt’altro che piacevole: non solo per il dolore in sé, ma anche perché la compromissione del riposo ci impedisce di ricaricare correttamente le energie, per affrontare al meglio la giornata seguente.

Dolore ai denti
Mal di denti (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Le cause che spiegano questo fenomeno sono numerose e dipendono prevalentemente da disturbi a carico del cavo orale.

Generalmente, il fastidio tende ad aumentare di notte a causa della posizione: stando sdraiati, infatti, il sangue fluisce più facilmente verso la testa, incrementando le fitte di dolore in prossimità della zona interessata.

Per questo, è fondamentale evitare il dolore ai denti durante il giorno, anche se di lieve entità, perché potrebbe peggiorare notevolmente nelle ore notturne. Quali sono i fattori scatenanti del mal di denti?

  • Gengivite, si tratta di una dolorosa infiammazione a carico delle gengive, che causa arrossamento, gonfiore e perdita di sangue;
  • Denti del giudizio, in alcuni casi il mal di denti notturno non è provocato da una patologia, ma dalla fuoriuscita dei denti del giudizio. Questo processo, infatti, può essere accompagnato da infiammazione e dolore, che potrebbe persino coinvolgere la gola e l’orecchio;
  • Bruxismo, ovvero il digrignamento dei denti;
  • Carie dentale, che se non curata può diventare profonda, fino a causare un dolore acuto e pulsante, che può essere scatenato dal processo di masticazione o dal contatto con cibi caldi e freddi. Nei casi più gravi, può scatenarsi un’infiammazione molto grave e dolorosa, nota come pulpite dentale, che colpisce la polpa del dente.

Mal di denti di notte: cosa fare

Quali sono i rimedi a cui ricorrere per placare il mal di denti notturno?

Come abbiamo anticipato, l’intensità del dolore è influenzata dalla posizione del corpo. Per questo, nel caso in cui il disagio sia così forte da impedirci di prendere sonno, possiamo provare a tenere la testa leggermente sollevata con l’ausilio di un cuscino.

Inoltre, si consiglia di rivolgersi al proprio medico per valutare l’eventuale assunzione di antidolorifici e antinfiammatori. Infine, è essenziale evitare di sollecitare la zona dolorante, poiché la pressione potrebbe aumentare il fastidio.

In ogni caso, è essenziale evitare di ignorare il mal di denti e rivolgersi prontamente al dentista. Nella maggior parte dei casi, infatti, solo il professionista sarà in grado di lenire il dolore, individuando il disturbo alla base della spiacevole sensazione e prescrivendo la cura più adatta a farci recuperare il benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.