Mangiare zenzero ogni giorno: tutti i benefici per la dieta

Mangiare zenzero ogni giorno è fondamentale per non incorrere nei soliti malanni di stagione. I consigli degli esperti!

Radice di zenzero
Radice di zenzero (Pexels)

Gli articoli più letti di oggi:

Molte persone usano lo zenzero solo nei piatti della cucina orientale. Tuttavia, man mano che i ricercatori scoprono ulteriori informazioni sugli effetti dello zenzero sulla salute, è possibile pensare di farne un alimento fondamentale per la dieta.

Mangiare zenzero ogni giorno contro i malanni di stagione

Lo zenzero è una pianta a radice fiorita originaria del sud-est asiatico che all’inizio può intimorire.

Zenzero
Zenzero (Pexels)

Lo zenzero fresco che si trova nel banco dei prodotti è la radice della pianta di zenzero. Ma appena sotto lo strato di buccia marrone e irregolare, lo zenzero racchiude tonnellate di sapore e potenti vantaggi per la salute.

Benefici dello zenzero per la salute

Lo zenzero contiene vitamina C, magnesio e potassio, tutti elementi preziosi per la salute. Ma l’arma segreta dello zenzero è uno dei suoi oli naturali: il gingerolo.

Gli oli naturali conferiscono allo zenzero un sapore e un odore unici e il gingerolo, l’olio più importante dello zenzero, ha potenti proprietà medicinali. Riduce le infiammazioni, funziona come antiossidante e offre numerosi altri benefici per la salute.

Aiuta a contrastare il dolore dell’osteoartrite

Non è detto che lo zenzero porti un sollievo immediato dal dolore. Ma per le condizioni legate all’infiammazione, come l’osteoartrite, gli studi dimostrano che lo zenzero migliora il dolore e la rigidità nel tempo. Mentre le prime ricerche hanno studiato gli effetti dello zenzero quando viene consumato, gli studi più recenti si concentrano sugli effetti dell’applicazione topica dell’olio di zenzero per alleviare il dolore associato all’osteoartrite.

Allevia i crampi mestruali

Nel 2020, più di 20 milioni di donne negli Stati Uniti hanno utilizzato prodotti senza prescrizione medica per alleviare i dolori mestruali. Ma la ricerca dimostra che lo zenzero può essere altrettanto efficace per alleviare i dolori mestruali rispetto ai farmaci antidolorifici da banco come l’ibuprofene. Uno studio ha somministrato alle donne dosi di zenzero o di un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) per i primi tre giorni del ciclo mestruale. Lo zenzero ha ridotto il dolore con la stessa efficacia dei FANS.

Migliora la regolazione degli zuccheri nel sangue

Nuove ricerche hanno scoperto che il gingerolo aiuta a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, un fattore importante per gestire gli effetti a lungo termine del diabete.

Un piccolo studio ha dimostrato che l’assunzione di soli 2 grammi di integratore di zenzero in polvere al giorno ha ridotto sensibilmente la glicemia a digiuno nelle persone affette da diabete di tipo 2. Un altro studio ha rilevato che il consumo di zenzero in polvere per 12 settimane ha migliorato la sensibilità all’insulina nelle persone affette da diabete di tipo 2.

Lenisce i disturbi di stomaco

Anche se è la carbonazione del ginger ale che tende a calmare la pancia, lo zenzero ha la capacità di alleviare i disturbi di stomaco. Una revisione di oltre 100 studi ha concluso che lo zenzero è molto efficace contro la nausea. L’assunzione di un solo grammo di zenzero riduce significativamente i sintomi della nausea nelle donne in gravidanza. Aiuta anche a combattere la cinetosi e viene utilizzato per alleviare la nausea e il vomito dopo un intervento chirurgico o in seguito a un trattamento antitumorale.

Migliora l’indigestione

L’indigestione cronica è spesso dovuta al fatto che lo stomaco impiega troppo tempo per svuotare il suo contenuto. Lo zenzero accelera questo processo aiutando il cibo a muoversi più rapidamente attraverso il tratto gastrointestinale. Diversi studi hanno rilevato che l’assunzione di zenzero accelera lo svuotamento gastrico, anche quando i partecipanti non soffrono di indigestione cronica.

Riduce il rischio di malattie cardiache

Livelli elevati di colesterolo, soprattutto di colesterolo LDL (cattivo), sono legati a un maggior rischio di malattie cardiache. Ma è dimostrato che lo zenzero può ridurre i livelli di colesterolo. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, i primi studi condotti sull’uomo e sugli animali dimostrano che l’aggiunta di zenzero alla dieta può determinare una riduzione dei livelli di LDL, del colesterolo totale e dei trigliceridi nel sangue.

Aggiungere lo zenzero alla dieta

Lo zenzero è facile da incorporare nella dieta e un po’ basta. Lo zenzero fresco sbucciato può essere tagliato a fette, a cubetti o a pezzetti per essere utilizzato nelle ricette. Ma si può trovare anche essiccato, in polvere, sotto forma di olio o di succo. Tenete presente che lo zenzero fresco offre più gingerolo di quello essiccato o in polvere.

Lo zenzero fresco e non sbucciato si conserva in frigorifero fino a tre settimane. Se la buccia appare raggrinzita o ammuffita, è ora di gettarla. Se non si prevede di utilizzarlo subito, la radice di zenzero sbucciata può essere congelata.

Se si utilizza lo zenzero in polvere, il sapore e l’odore possono essere diversi e si consiglia di usarne meno. In genere, ¼ di cucchiaino di zenzero in polvere equivale a 1 cucchiaino di zenzero fresco. Lo zenzero in polvere si usa soprattutto nei dolci.

Quanto zenzero si dovrebbe assumere ogni giorno?

Lo zenzero può essere consumato quotidianamente, ma gli esperti consigliano di limitarsi a 3 o 4 grammi al giorno – se si è in gravidanza, limitarsi a 1 grammo al giorno. È stato dimostrato che l’assunzione di più di 6 grammi di zenzero al giorno può causare problemi gastrointestinali come reflusso, bruciore di stomaco e diarrea.

L’equivalente di 1 grammo di zenzero comprende:

  • ½ cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero crudo grattugiato
  • 4 tazze di acqua in infusione con ½ cucchiaino di zenzero grattugiato.

Cosa considerare prima di aggiungere lo zenzero alla dieta? Se intendete assumere lo zenzero come integratore vegetale, parlatene prima con il vostro medico. Dosi elevate di integratori di zenzero possono avere effetti collaterali sulla digestione. Lo zenzero non deve mai essere usato al posto dei farmaci prescritti dal medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.