Costa di più il riscaldamento autonomo o quello centralizzato?

Costa di più il riscaldamento autonomo o quello centralizzato? Ecco chi patirà di più la stangata di Ottobre 

Termosifoni quali sono i prezzi
Camino (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Non si parla di altro che di rialzi. E i rialzi più chiacchierati sono senz’altro quelli che rientrano nel campo dell’energia. Negli ultimi mesi si è parlato moltissimo di come cercare di tirare al minimo possibile l’uso di gas e luce, addirittura si è parlato di cottura passiva: spegnere la pentola molto prima del punto di arrivo e lasciare che la pietanza si cuocia da sola, con le rimanenze dell’energia che sono rimaste all’interno della pentola. Insomma, si è pensato a tutto: e c’è chi inizia a pensare che le tartare di carne cruda non siano poi così male.

Costa di piu’ il riscaldamento autonomo o centralizzato? Ecco chi pagherà di più

Termosifone costi
Termosifone (Pixabay)

Ora che la stagione è cambiata si pensa anche di frequente al problema riscaldamenti. Certo fin ora non ci siamo posti il problema, con la bollente estate che abbiamo vissuto, ma ora che la colonnina di mercurio crolla in verticale il problema si pone in tutta la sua urgenza. Dobbiamo pensare al problema riscaldamenti. Il governo ha imposto di abbassare di almeno un grado i riscaldamenti ma se questo possa effettivamente esser controllato non si sa. L’assenza ovvia di controllo, inoltre, rischia di inficiare la direttiva.

Un altro grande interrogativo è su chi, tra gli sfortunati, sia più sfortunato: chi consumerà di più? chi avrà da pagare di più, tra coloro che hanno il riscaldamento autonomo e chi invece ha il centralizzato? La grande differenza è la seguente: chi ha il riscaldamento autononomo può decidere e di conseguenza sceglie quanto spendere, cosa che invece chi ha il riscaldamento centralizzato non può fare. La cosa migliore è dunque avere riscaldamento autonomo e…buon senso. Solo questa combo riuscirà effettivamente ad evitarci la broncopolmonite e ad allontanare il salasso del portafoglio.

Magari evitiamo di ciondolare in casa in pantalonicni e t-shirt ma copriamoci un po’ meglio, tenendo i riscaldamenti accesi solo nelle giornate di freddo più intenso, quando proprio non riusciamo a farne a meno in alcun modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.