Attenzione a questo sintomo quando vai al bagno: è particolarmente allarmante

Il sintomo pericoloso quando si va in bagno: ti sveliamo qual è. Ecco a cosa devi fare attenzione e perché

Infezioni gastrointerinali batteri reazioni
Infezioni (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il nostro corpo ci parla continuamente, peccato che noi troppo spesso non ascoltiamo e non badiamo ai segnali che ci manda. Tutto ha un senso, anche le manifestazioni più piccole e che ci sembrano trascurabili. I sintomi, infatti, sono tutte manifestazioni di qualcosa che sta avvenendo.

Anche quando si va al bagno bisognerebbe prestare attenzione alle feci e all’urina perché in base al loro modo di presentarsi potrebbero esserci dei campanelli di allarme. Ad esempio i batteri che si annidano nell’apparato digerente non sono per nulla rassicuranti in quanto portatori di infezioni. Ecco perché c’è da fare attenzione ad un particolare sintomo, potrebbe rappresentare qualcosa di allarmante.

Il sintomo pericoloso quando si va in bagno: i dettagli

colore feci
Attenzione quando vai al bagno: controlla questo aspetto (fonte foto Canva)

Quando si va in bagno c’è da fare attenzione all’aspetto delle feci perché proprio questo particolare ci può mettere in allerta di qualcosa di preoccupante che sta avvenendo nel nostro corpo. Il colore, nello specifico, è molto importante.

Se, infatti, è giallo significa che la quantità dei grassi è eccessiva. Se sono verdi, invece, è il segno che il cibo non attraversa l’intestino nel modo giusto. Una velocità non regolare porta dunque a diarrea cronica. Infine, se le feci sono nere potrebbe indicare la presenza di un sanguinamento nei pressi dello stomaco.

C’è anche la forma che dà degli indizi importanti e non da sottovalutare. Se le feci sono acquose, a pezzi o a grumi fanno pensare alla sindrome del colon irritabile, patologia che va seguita da uno specialista. Se sono striate e con presenza di sangue, la situazione è da attenzionare quanto prima perché proprio il sangue potrebbe essere il campanello d’allarme di patologie tumorali.

Secondo le ultime stime sono due su tre gli italiani che soffrono di problemi gastrointestinali causati dalla presenza di batteri nell’apparato digerente che spesso vengono trascurate in modo del tutto sbagliato. Sono molto temibili, infatti, e spesso si manifestano come esito di una scarsa igiene, trasmessi tramite acqua e alimenti.

Rivolgersi ad uno specialista è la primissima cosa da fare, azionando fin da subito una revisione della propria dieta, prediligendo alimenti che sono in grado di attivare una proliferazione di batteri buoni che mettono ko quelli cattivi. In questa azione essenziali sono i prebiotici che troviamo in cereali integrali, frutta e verdura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.