Concime, perché comprarlo quando puoi farlo in casa? Avrai delle piante sane e rigogliose

Non occorre acquistare il concime, basta farlo direttamente in casa: per piante sane e rigogliose, segui questi consigli.

come realizzare compost
Compost scarti organici della cucina (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Bastano poche semplici mosse per preparare un concime fatto in casa, nutriente e ricco di proprietà, per il benessere delle nostre piante ornamentali o per quelle dell’orto. Ricavati da scarti organici, erbe e resti vegetali, i concimi fatti in casa sono del tutto naturali. Possiamo utilizzare fondi di caffè, bucce di frutta, foglie secche, e molto altro, per creare un ottimo compost.

Adesso che ci avviciniamo ai mesi freddi, ad esempio, possiamo recuperare la cenere del camino, conservarla in un secchio, e metterla nel terreno come concime. La cenere è ricca di fosfati, quindi nutre le piante. La proporzione è 70% terreno e 30% cenere. Basta spargerla attorno alle piante, amalgamarla per bene con il terriccio, e poi annaffiare. Questa operazione è bene svolgerla in primavera e in autunno.

Concime fai da te, una soluzione da fare in casa

concime fa da te
Terreno da arricchire con nutrienti (Pixabay)

Per coltivare in modo sano le piante, possiamo scavare con la zappa e interrare a circa 20 cm residui di fogliame secco, resti vegetali, frutta marcia e bucce, e poi interrare. La decomposizione restituirà al terreno tanti nutrienti, tra cui minerali, come ferro, potassio, fosforo, calcio e zinco.

Per quanto riguarda i vasi delle piante che abbiamo in terrazzo, possiamo togliere uno strato di terriccio e riempire con scarti organici, tra cui bucce di frutta, verdure avanzate, foglie secche, e poi ricoprire con la terra. Non bisogna mai interrare scarti di carne o di pesce. Una buona abitudine è quella di mescolare il terreno un paio di volte al mese.

Nel giro di quattro settimane, tutte le sostanze si saranno degradate, sostituite da un composto nero e grasso altamente nutriente. Un’accortezza importante per garantire crescita e rigogliose fioriture è quella di cambiare terreno una volta l’anno, mettendo terriccio fresco e nutriente.

Se invece non si vuole cambiare terriccio, allora meglio versare concime specifico almeno una volta l’anno. Per migliorare il drenaggio, inoltre, occorre mettere sul fondo dei vasi argilla espansa, oppure ghiaia. Il macerato di ortiche è eccellente come concime, questo protegge le piante e le arricchisce di nutrienti.

Per farlo, basta tritare mezzo chilo di ortiche e lasciarle in ammollo in 5 litri di acqua. Lasciamo al sole, magari coperte da un coperchio e mescoliamo quotidianamente. Dopo una settimana, o poco meno, il macerato sarà pronto, e così possiamo somministrarlo sulle radici delle piante, da versare la sera dopo il tramonto, mai sotto al sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.