Ti pagano per riciclare: il sistema che ti fa guadagnare con delle semplici bottiglie

Ti pagano per riciclare: il sistema che ti fa guadagnare con delle semplici bottiglie. Incredibile ma funziona proprio così

Riciclare bottiglie acqua
Spesa e bottiglie acqua (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Ormai lo sappiamo: l’Italia è in una situazione di stretta emergenza, gravata da più lati da problemi di tipo economico e ambientale. Tutti parlando della tremenda inflazione che rischia di mettere in ginocchio molte famiglie italiane, riducendole quasi alla povertà. Basti pensare alle esorbitante bollette di gas e luce, che già stanno facendo chiudere molte imprese, anche quelle più grandi. Per le famiglie, dunque, la situazione non è migliore. Ma arriva un progetto che potrebbe fare la differenza ed aiutare molti.

Ti pagano per riciclare, come guadagnare sostenendo l’ambiente

Acqua risparmiare come fare
Acqua nel bicchiere

Il mondo si trova davanti ad una duplice emergenza. Due casi particolari che da vicino minacciano il futuro del cittadino; da una parte, la catastrofica situazione ambientale. Il globo che abitiamo soffre da più lati: da una parte, il surriscaldamento globale che altera in modo catastrofico molti degli ambienti, provocando delle alterazioni non sempre compatibili con la vita. Dall’altra c’è l’emergenza risorse, che vanno esaurendosi e non bastano più per tutti, e l’emergenza rifiuti.

Dall’altra parte siamo davanti ad una crisi energetica globale provocata dalla assai poco fortunata situazione storica. Questa crisi energetica ha provocato un innalzo del prezzo della vita che flagella ogni aspetto più minuto della vita del singolo. Molte famiglie rischiano di trovarsi ridotte in stato di povertà: anche i beni primari infatti, sempre a causa dell’ inflazione, costano molto caro. In soccorso dei cittadini, però, sembra arrivare un’idea a dir poco brillante.

Si tratta del progetto coripet: in cambio di bottiglie vuote di plastica si hanno buoni spesa. Così non solo si supporta l’ambiente, e si evita di peggiorare la situazione smaltimento e rifiuti, ma ci si aiuta anche in prima persona, riuscendo a risparmiare qualcosa sulla carissima spesa. Un metodo utile, specie in un periodo di urgenza come questo.

Il funzionamento è assai semplice. Si portano le proprie bottiglie, vuote, non schiacciate, con etichetta e codice pet ben leggibile, presso i compattatori presenti nei supermercati che aderiscono all’iniziativa, e vengono rilasciati dieci centesimi ogni 1o pet sull’apposita carta. l’iniziativa, come era prevedibile, piace molto ai cittadini ed è estremamente sostenibile. Non c’è da sorprendersi se dunque si sta espandendo con molta velocità in tutta Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.