Dimagrire stando seduti e in 10 minuti? È fattibile grazie a questo esercizio semplice e veloce

I consigli per dimagrire di solito prevedono esercizio fisico e una sana alimentazione, ma se invece si potesse dimagrire anche stando seduti? Con questo esercizio è possibile.

donna seduta
Donna seduta (Adobe Stock)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Stare troppo tempo seduti è un fattore di rischio per la nostra salute, perché può portare all’insorgere di alcune malattie quali diabete, malattie cardiache, ecc.

Per questo è importante svolgere attività fisica il più possibile. Ma in condizioni di impossibilità ad alzarsi come fare per ridurre al minimo i rischi della sedentarietà? Uno studio ha evidenziato che c’è un esercizio che ci permette di dimagrire stando seduti. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Ti reputi una persona sedentaria? Niente paura, perché è possibile dimagrire anche stando seduti

muscolo
Muscolo soleo (Adobe Stock)

Chi è che non sogna di dimagrire stando seduti? Scommetto che soprattutto i più pigri vorrebbero che questo desiderio si esaudisse. Beh, a dire il vero non è del tutto impossibile. Un recente studio ha infatti messo in evidenza come sia possibile limitare gli effetti negativi della sedentarietà grazie a un piccolo movimento del polpaccio. Nello specifico lo hanno scoperto gli scienziati dell’Università di Houston i Texas, i quali hanno studiato il muscolo del soleo, presente nella zona del polpaccio e a quanto pare in grado di fare un piccolo miracolo.

Questo muscolo, nonostante rappresenti solo l’1% del peso corporeo, secondo gli scienziati è in grado sostenere per ore un elevato metabolismo ossidativo locale, oltre a regolare la glicemia in modo efficace. Lo ha affermato Marc Hamilton, docente di Salute e Human Performance che ha capitanato lo studio che ha aperto la strada verso la possibilità di ridurre i danni della sedentarietà. Ma come è possibile ciò?

Grazie al fatto che il soleo, una volta attivato, è in grado di bruciare carboidrati e grassi. E per stimolarlo è necessario svolgere un determinato esercizio. Bisogna sedersi appoggiando i piedi a terra e mantenendo i muscoli rilassati. Successivamente alzare al massimo i talloni, facendo attenzione a mantenere a terra la punta dei piedi, per poi tornare alla posizione iniziale. Un movimento che secondo i ricercatori sarebbe l’esatto opposto di quello della camminata, che utilizzerebbe addirittura meno energia.

È stato dunque fatto un test per comprovarne i risultati e si è visto come in effetti questo esercizio portasse a al 60% in meno della necessità di insulina nelle 3 ore successive all’ingestione di una bevanda a base di glucosio e a un miglioramento del 52% della fluttuazione della glicemia. Una scoperta davvero utile per chi, a causa del lavoro o di problemi più gravi, è costretto a rimanere seduto per molte ore durante il giorno. I ricercatori hanno però precisato che questo esercizio non deve andare a sostituire l’attività fisica: è solamente un consiglio utile per sfruttare le caratteristiche di questo muscolo poco conosciuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.