Poche mosse per fare il cambio di stagione: quest’anno scorda lo stress, è fatta!

In che modo dovremmo sempre portare a compimento un cambio di stagione per non innervosirci e stancarci. Così è facile.

Una donna alle prese con il cambio dei vestiti
Una donna alle prese con il cambio dei vestiti (Foto Freepik)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il cambio di stagione è un appuntamento che non possiamo mancare. Due volte all’anno eccoci alle prese con il ricambio del nostro vestiario e di tutti quelli che sono gli accessori di casa deputati a scaldarci od a rinfrescarci a seconda della stagione di riferimento. In invero tocca tirare fuori piumoni, vestaglie, coperte in pile od in lana, borse dell’acqua calda, babbucce e quant’altro.

Ed il cambio di stagione in estate ci vedrà compiere la cosa inversa, tirando fuori tutto ciò che è invece leggero e ci garantisce freschezza. A volte però si tratta di un procedimento capace di trasformarsi in un qualcosa di più complicato di quanto previsto. Ed i fattori possono essere tanti.

Magari abbiamo dislocato i nostri vestiti da ritirare fuori in più zone della casa, anche lontane tra loro. Cosa che può avere il suo peso. In tal caso possiamo tentare di metterci una pezza facendo in modo che il cambio di stagione occupi qualche giorno in più, anziché fare tutto quanto allo stesso tempo. Ma ci sono diversi altri consigli da potere seguire per facilitarci la vita.

Cambio di stagione, sistema il tuo armadio senza stanchezza

Un uomo controlla i propri abiti
Un uomo controlla i propri abiti (Foto Freepik)

Dovremo agire infatti in maniera organizzata. Per cui serviamoci di scatoloni, contenitori adeguati e buste sottovuoto per potere riporre fino al prossimo ricambio tutto quello che da qui ad alcuni mesi non ci servirà. Questa sarà anche l’occasione buona per potere compiere una selezione tra ciò che è ancora buono e ciò che invece non useremo più.

Non dovremo tralasciare anche una corretta pulizia degli interni di mobili ed armadi dove riponiamo i nostri vestiti. Magari con una soluzione di aceto di mele ed olio essenziale. Tutto questo serve per evitare la comparsa di muffa e delle termiti. E tornano sempre utili i sacchetti di naftalina, facilmente reperibili in giro.

Pieghiamo per bene i nostri capi per fare si che venga risparmiato quanto più spazio possibile. E sigilliamoli come si deve, così quando andremo a recuperarli saranno ben puliti e non invasi dalla polvere. Possiamo procedere con una sorta di classificazione dei nostri capi in base alla tipologia od al colore, in modo tale da riuscire a ritrovarli con facilità. Basta seguire questi semplici consigli per sistemare tutto quanto con ordine e cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.