Non dovresti mai gettare le retine di frutta e verdura: puoi usarle in modo furbo in casa

Non bisogna mai gettare via le retine della frutta e della verdura, ma riciclarle e usarle in modo furbo in casa. Ecco come.

riciclare retine ortaggi
Retina frutta verdura (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Avete presente le classiche retine della frutta e della verdura? Bene, solitamente le gettiamo nel secchio della spazzatura, ma ciò può rappresentare un errore, oltre che uno spreco. Le retine, infatti, si possono riutilizzare in modo intelligente per la casa. Basta usare un poco di creatività e di fantasia, e trasformarle in modo divertente in qualsiasi cosa.

Per non impattare troppo sull’ambiente, possiamo darci al riciclo, evitando così di sprecare materie che possono tornarci utili. Le retine della verdura, quelle delle patate, o delle cipolle, per intenderci, si possono accumulare per poi essere trasformate in altro. Si tratta di un ottimo materiale da riutilizzare in casa per diverse mansioni. Vediamo quali.

Come riciclare le retine di frutta e verdura e riutilizzarle in modo divertente

riciclo rete frutta verdura
Sacchetto delle patate (Canva)

La lotta allo spreco incomincia dalle piccole trasformazioni, che seguono il buon riciclo. Ad esempio, un riutilizzo divertente è quello di prendere tutte le retine accumulate, metterle insieme, formando una pallina, assicurarla con degli elastici, e utilizzarla come spugna.

Possiamo utilizzare questa originale spugna sia per la doccia e sia per pulire i piatti, grattando via lo sporco. Altrimenti, possiamo riciclarle per contenere erbe aromatiche, funghi, o altri alimenti da essiccare. Basterà riempirle e appenderle con dei gancetti, da qualche parte in cucina.

riutilizzi retine ortaggi casa
Le retine per ortaggi (Canva)

Ma le retine sono utili anche per evitare intoppi nella lavastoviglie. In che modo? Basta appenderle al cestello superiore e utilizzarle come sacchetti per contenere tappi dei barattoli o altri piccoli oggetti da lavare e che solitamente si perdono all’interno del macchinario.

Ma il riciclo non si effettua soltanto in cucina, ma anche in giardino. Le retine, infatti, possono rappresentare un valido aiuto per i giardinieri. Possono essere impiegate per legare e per sostenere le piante, oppure si possono usare per proteggere e coprire le piantine appena nate. Infine, si possono legare da qualche parte, belle tese, sulle quali mettere del mangime per uccellini.

Questi arriveranno, si poggeranno alla rete e mangeranno, lontani dalle grinfie dei gatti. Ma non finisce qui, possiamo portare le retine in doccia e sfruttarle come porta saponette o utilizzarle per dipingere su carta o su tela, creando così nuove sfumature o forme geometriche. Infine, con un po’ di fantasia, le possiamo legare l’una con l’altra, fino a formare una rete bella grande, da sfruttare come copertura per oggetti, oppure come rete da calcio per i nostri bambini piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.