L’ISEE cambia totalmente: nuovi parametri per valutare la soglia del reddito

Incredibile novità a livello fiscale: l’ISEE cambierà totalmente e ci saranno nuovi parametri per stabilire il reddito.

isee
Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) fonte foto Canva

Da quando si è insediato il Governo di Giorgia Meloni, sono state moltissime le novità apportate in Italia. Mentre ancora si discute sul Reddito di Cittadinanza, il Governo sta facendo numerose modifiche a livello burocratico e anche fiscale. Infatti, ultimamente, uno degli argomenti più seguiti è quello che riguarda la Flex Tax e la Sugar Tax, ma non sono solo questi i cambiamenti del Governo vuole attuare.

Uno dei cambiamenti che Giorgia Meloni e i suoi ministri vogliono attuare riguarda l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente). Questo documento è fondamentale per determinare il reddito annuo di una perdona o di un nucleo familiare. La documentazione da allegare per l’ISEE sono molteplici, bisogna infatti presentare le giacenze medie di conti correnti e carte prepagate, tutto ciò che concerne i possedimenti mobili ed immobili e il reddito prodotto dal lavoro.

Tramite il valore dell’ISEE si possono richiedere diversi bonus ed agevolazioni. Per questo è importantissimo produrre questo documento ed anche conoscere tutti i cambiamenti che il Governo vuole apportare. Scopriamo subito tutti i dettagli in merito.

Come cambierà l’ISEE e da quando partiranno le nuove disposizioni

richiesta isee
Richiesta modulo ISEE (fonte foto Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

La soglia dell’ISEE stabilita, per ricevere diversi aiuti economici dallo Stato, non è sempre la medesima. In linea generale, si aggira intorno a poco più di 8.000 euro, dunque un reddito davvero molto basso. Sembra però che il nuovo Governo voglia dare dei cambiamenti importanti in merito. In particolare, si tratta di una modifica dei termini di calcolo dell’ISEE che permetterebbe a molte più famiglie di accedere ai bonus e alle agevolazioni economiche.

Alcune indiscrezioni porterebbero a pensare che i parametri per calcolare l’ISEE presto cambieranno e riguarderanno gli immobili. Potrebbero infatti essere considerati in modo minore per il calcolo. Può infatti capitare che un immobile non fornisca effettivamente un reddito ad una famiglia. Per calcolare l’ISEE attualmente si tiene conto anche di immobili sfitti. Tenendo conto della rendita catastale, l’immobile viene introdotto all’interno dell’ISEE aumentandone il valore.

Nel caso in cui però l’immobile fosse sfitto, di fatto non produrrebbe alcun reddito. Infatti, anche se l’immobile in questione è sfitto, non dovrebbe comparire nell’ISEE come una possibile fonte di reddito, come invece è attualmente, e sembra che questo sistema stia proprio per cambiare. In un prossimo futuro, probabilmente nel 2023, questa innovazione potrebbe essere introdotta e dunque alleggerire l’ISEE di moltissime famiglie permettendo loro di accedere ad aiuti economici che ora non possono avere.

Cambia anche l’Assegno Unico: cosa accadrà

L’Assegno Unico e Universale è un sostegno economico per tutte le famiglie in cui ci sono figli minori, maggiorenni fino a 21 anni e maggiorenni con disabilità (senza limiti di età). Nei piani del Governo sembra ci sia una modifica anche in merito a questo sostegno economico.

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM

L’entità dell’aiuto economico potrebbe essere maggiorato rispetto alle cifre odierne, ma ci sarebbe un grande problema all’orizzonte. Infatti, in questo caso, il Governo dovrebbe affrontare un possibile problema economico riguardo i fondi da stanziare.

Difatti, se l’ISEE dovesse subire i cambiamenti che abbiamo visto, aumenterebbe considerevolmente il numero di famiglie aventi diritto di diversi bonus. Si dovrà stabilire quindi quanto denaro dovrà servire per offrire sostegni economici ai cittadini.

Aurora De Santis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.