Mai buttare le bucce di mandarino: puoi farci qualcosa di davvero incredibile

Come riutilizzare le bucce di mandarino in modo originale e intelligente. Ecco 6 modi alternativi per non buttare via questo prezioso scarto.

Mandarino (canva)

È arrivato l’inverno e con esso gli agrumi: arance, mandarini, pompelmi, limoni… per darci allegria con i loro colori, per riempire l’aria con i loro profumi, e anche per difenderci dai malanni di stagione (molti consigliano una buona spremuta d’arancia per aumentare le nostre scorte di vitamina C!).

Ma di utile, e utilizzabile, non c’è solo la polpa degli agrumi e la vitamina C! Se finora le avete sbucciate e buttate via la buccia, dovete sapere che questa parte che pensavate inutile può essere riutilizzata in modi diversi che non avreste mai immaginato.
Ecco 6 idee per riutilizzare, creare, sperimentare e soprattutto riciclare la buccia dei mandarini!

Non sprecate la buccia dei mandarini: 6 idee utili

Quando è stata l’ultima volta che avete considerato la buccia di un agrume per più di un secondo? È la buccia che circonda l’arancia o il limone o il frutto che ospita, la si sbuccia e la si butta via. Ma quando si iniziano a fare ricerche sulle pratiche più comuni per i rifiuti zero e su come condurre una vita più efficiente e a basso impatto, ci si rende conto di quanto potenziale ci sia in una singola buccia di agrumi.

Bucce (Canva)

La verità è che si possono fare molte cose con una buccia di agrumi. Innanzitutto, invece di buttarle, le bucce di agrumi possono quasi sempre essere aggiunte al compost domestico. Bucce di lime, bucce d’arancia, bucce di limone, bucce di pompelmo: ognuno di questi tipi di bucce di agrumi è stato in qualche modo controverso nel compostaggio. Alcuni pensano che le bucce di agrumi allontanino i vermi buoni che aiutano il compost a lavorare più velocemente; altri sostengono che le bucce di agrumi scoraggino gli insetti dal lavorare sul cumulo di compost. Ma questi miti non hanno nulla di vero; in realtà, le bucce di agrumi sono fondamentali per il cumulo di compost.

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIKTOK

1. Marinate

Versare la buccia di mandarino essiccata in un robot da cucina o in un macinino per spezie per ridurla in polvere. Aggiungetela alle marinate di carne o ai condimenti per insalata. La vinaigrette alla senape è ravvivata dalla buccia di mandarino macinata e una marinata di soia, miele e mandarino macinato è deliziosa sulle ali di pollo.

2. Sfregamento di spezie

Come sopra, è possibile utilizzare le bucce di mandarino macinate in strofini di spezie secche su carne e verdure. Un ottimo strofinamento è composto da rosmarino, buccia di mandarino, paprika, sale e pepe. È delizioso sull’arrosto di maiale, sulle costolette di maiale e ravviva i pezzi di zucca arrosto.

3. Insaporire la frutta in cottura

Quando si cuoce la frutta per un crumble, si mettono in camicia pezzi di frutta come pere, rabarbaro o mele, o quando si cuociono le mele, aggiungete un pezzo di buccia di mandarino essiccata per aggiungere un sapore agrumato e brillante.

Leggi anche: Acqua del rubinetto contaminata in questi Comuni, non puoi usarla nemmeno cuocere la pasta

4. Zuppa e riso

Aggiungete un po’ di profumo alla zuppa di zucca con un paio di pezzetti di buccia di mandarino mentre cuoce, oppure aggiungetene un pezzetto al riso mentre cuoce.

5. Stufati e piatti a cottura lenta

Stufati, casseruole e brasati possono beneficiare dell’aroma delle bucce di mandarino essiccate. Molti piatti cinesi, come il manzo brasato nella soia, utilizzano tradizionalmente la buccia di mandarino, insieme all’anice stellato e alla cannella. Gli stinchi di agnello possono essere brasati con pomodoro, rosmarino, timo e buccia di mandarino per un piatto ricco di sapori vivaci e riscaldanti.

Leggi anche: Basta solo un po’ di questo sale in lavatrice per risolvere un grosso problema

6. Accendere il fuoco

La buccia di mandarino essiccata funziona molto bene come combustibile; in un certo senso esplode in fiamme. Io la userei come accendi fuoco secondario, accendendo prima la carta e poi lasciando che i rametti e la buccia di mandarino facciano presa. Sia l’olio concentrato nella buccia a permettergli di bruciare così bene. Aggiunge una piacevole fragranza al fuoco. Invece di usare la roba essiccata per cucinare, lasciate una fila di bucce ad essiccare sopra il bruciatore a legna e in un giorno sono pronte per essere bruciate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.