Nuovo bonus di 3000 euro che potrebbe arrivare anche prima di Natale: tutte le novità da sapere

Il bonus 3000 euro a chi spetta e quali sono i requisiti richiesti allo scopo di potere ricevere questa ingente copertura.

La premier Giorgia Meloni
La premier Giorgia Meloni (Foto Instagram)

Bonus 3000 euro, di che cosa si tratta? Il passato Governo Draghi e l’attuale Esecutivo Meloni si trovano in continuità nel concedere degli aiuti importanti a quelle fasce della popolazione che si trovano in difficoltà. Al fatto di avere un basso reddito si è aggiunto, da ormai un anno, l’obbligo di avere a che fare con pesanti aumenti sotto ogni aspetto.

L’Inflazione sfiora il 12% e la crisi energetica appare ancora ben lontana dal placarsi. Sussidi e sostegni di tipo economico risultano quindi fondamentali per molti cittadini. In questo senso ecco giustificata la presenza di questo bonus da 3000 euro che potrebbe essere rilasciato già nei primi giorni di dicembre, stando a quanto riportato da diversi organi di informazione.

Si tratta dei fringe benefit, dei quali si è parlato in sede di Consiglio dei ministri nel corso della metà della scorsa settimana. E nell’ambito di quello che è il decreto Aiuti quater ecco giungere una modifica importante in tal senso. Si è avuto infatti un aumento di quelli che sono i compensi accessori al reddito.

Bonus 3ooo euro dipendenti, quando arriva e come richiederlo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giorgia Meloni (@giorgiameloni)

Dagli originari 600 euro la cifra prevista è salita adesso a 3mila euro. E sono tutti soldi esenti da tasse, che le imprese possono elargire ai rispettivi dipendenti a titolo di sostegno vero e proprio. Un lavoratore infatti può utilizzare quello che è un vero e proprio bonus in piena regola per far fronte proprio alle pesanti spese che hanno contraddistinto l’intero 2022.

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

E non è un caso che la premier Giorgia Meloni si sia riferita a questa situazione in termini positivi, definendola “una tredicesima esentasse”. Che tra l’altro si aggiungerà alla tredicesima consueta. Questi tremila euro fanno parte dei benefit che vengono chiamati in genere “fringe benefit”. Esempi di fringe benefit sono i buoni spesa, le convenzioni con palestre, piscine e simili, con assicurazioni, le coperture sanitarie, l’auto ed il telefono aziendale e così via.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Whatsapp: come non far sapere agli altri a chi invii messaggi, nuova funzione da conoscere

Ma anche il versamento delle bollette di luce, gas ed acqua può ora essere considerato come tale. E fino a 3mila euro adesso, per i beni ceduti ai lavoratori fino a tutto il 2024. Ciò vuol dire che non vige alcun imponibile Irpef fino al 31 dicembre di tale anno. Ed i datori di lavoro possono dedurre questa cifra dal reddito di impresa. Parte dello stipendio non potrà essere in alcun modo mutato in fringe benefit.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Hai mai provato questo trucco con le bucce degli agrumi? Non immagini quanto siano utili

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Come sbucciare alla perfezione le castagne ? : occhio a questo passaggio importantissimo

Decide proprio l’azienda a chi concedere questo bonus, che tra l’altro può anche superare la misura indicata dei 3mila euro. In questo caso per l’eccedenza sarà sottoposta a normale tassazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.