Come scoprire facilmente se hai delle intolleranze alimentari e cosa fare dopo la diagnosi

Alcuni sintomi ti hanno messo in allerta e pensi di poter avere delle intolleranze alimentari ma non sai in che modo le puoi scoprire? Fai così e non avrai più alcun dubbio.

intolleranze
Donna che ha paura di stare male a causa delle intolleranze alimentari (Canva)

Di intolleranze alimentari purtroppo ce ne sono a bizzeffe e si manifestano sempre con delle reazioni avverse sul corpo da parte di alcuni alimenti nello specifico.

I meccanismi per cui si manifestano non sono però ancora del tutto chiari e anche la loro definizione è alquanto controversa. L’incertezza insomma dilaga, anche tra i sintomi, le diagnosi da effettuare e i test da fare. Però, nonostante tutti i numerosi dubbi e perplessità, c’è un modo per scoprire se si hanno delle intolleranze alimentari.

Dubbi se hai o meno delle intolleranze alimentari? Lo puoi scoprire così

intolleranze
Alimenti diversi che possono provocare intolleranze (Canva)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Soffio al cuore: semplice riconoscerlo, occhio a questi sintomi molto chiari

Da non confondere con le allergie, le intolleranze alimentari sono ben diverse perché la causa non è da ricondurre a una reazione del sistema immunitario. È il nostro stesso organismo che in questi casi non riesce ad assimilare certi nutrienti o sostanze chimiche utilizzate per preparare alcuni cibi. E ciò può avvenire in qualsiasi fase della vita e a distanza di poche ore, fino a più giorni dall’assunzione dell’alimento.

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram e TikTok

È soprattutto in questi casi che è difficile individuare il problema, anche perché i sintomi potrebbero manifestarsi in maniera graduale. Dunque, come fare per scoprire facilmente se si hanno delle intolleranze alimentari? Si possono fare alcuni test che rileveranno la presenza o meno di intolleranze. I principali sono due:

  1. Test del respiro per riscontrare un’intolleranza al lattosio, lattulosio o glucosio
  2. Esami genetici per intolleranza all’alcool e favismo

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Perché viene il “mal d’orecchio” e come guarire in poche mosse

Nel primo caso, attraverso l’idrogeno emesso dalla bocca nell’aria, è possibile riscontrare le intolleranze sopra riportate. Per valutare l’intolleranza al lattosio, il test prevede la sua assunzione secondo una dose prefissata, a cui segue l’analisi dopo un tot di tempo dell’aria espirata. La presenza del picco di idrogeno nell’aria vuol dire che il lattosio fermentato non è stato assorbito dalla flora batterica intestinale del paziente.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Quando c’è troppa aria nella pancia potresti soffrire di meteorismo: come guarire

Una volta effettuato il test più adatto alla propria situazione, ciò che bisogna fare dopo la diagnosi è escludere dalla propria dieta tutti gli alimenti che sono in qualche modo responsabili dei problemi gastrointestinali. Successivamente seguirà una reintroduzione graduale del cibo a cui si dovrebbe essere intolleranti, fino a un’induzione dei sintomi per accertare l’intolleranza. In questo modo si andrà a scoprire anche la soglia di tolleranza a questi alimenti o a determinate componenti. Ora che sai tutto ciò che devi fare se sospetti delle intolleranze alimentari, non aspettare oltre e agisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.