Come e quanto camminare per diminuire del 35% il rischio di morte prematura

Ci sono delle informazioni che derivano da appositi studi recenti e che forniscono indicazioni dettagliate sul quanto camminare ed in che modo farlo.

Una persona che cammina all'aperto
Una persona che cammina all’aperto (Foto Canva)

Quanto camminare? Ed in che modo farlo? Ci sono dei fattori che possono fare la differenza nel darci il benessere che cerchiamo. Sappiamo che una passeggiata viene indicata da molti esperti in ambito medico e che può benissimo sostituire una attività fisica più impegnata, come la palestra, la piscina od altre discipline sportive da condurre ad un certo livello.

Sul come e quanto camminare bisogna tenere in considerazione diversi fattori. In diversi si chiedono se la differenza la faccia più il passo oppure il tempo da dedicare a questo movimento. Ci sono delle misure minime indicate, superate le quali si hanno dei benefici. Bisogna fare almeno duemila passi al giorno per avere una protezione accresciuta nei confronti di:

  • malattie cardiovascolari;
  • tumori;
  • morte prematura;

ed almeno novemila-diecimila per abbassare il possibile pericolo di incappare in una qualche forma di demenza. In generale bisognerebbe passeggiare a passo svelto e per almeno mezzora, con una frequenza di minimo tre o quattro volte alla settimana.

Quanto camminare, e come farlo? Lo studio che svela come fare

Una persona intenta a camminare
Una persona intenta a camminare (Foto Canva)

Lo fanno sapere due testate scientifiche di settore, JAMA Internal Medicine e JAMA Neurology, che citano dei recenti studi condotti in proposito. E che hanno coinvolto oltre 78mila individui con una età minima di 61 anni. I dati estrapolati dagli stessi mediante dei rilevatori hanno fornito i dati sottoposti poi ad osservazioni approfondite.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI -> Quanti passi fare per tenersi sani e in forma? Il numero è così piccolo che non riuscirai a crederci

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI -> Cammina così in casa e sarà un vero toccasana per il tuo corpo: dovresti cominciare subito

A distanza di circa 7 anni in media poi, gli stessi individui, sottoposti ad una seconda osservazione, hanno mostrato come coloro che camminavano in maniera costante ogni settimana abbiano mostrato delle barriere evidenti contro diverse forme di patologie. Ma è emerso anche un altro dettaglio.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI -> Bisogna davvero sudare per dimagrire? Scopriamo cosa dice la scienza, forse non lo sai

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Ovvero che l’intensità della passeggiata ha il sopravvento rispetto al numero dei passi. Quindi sarebbe meglio passeggiare a passo svelto, a prescindere da quanto tempo si passa a farlo. Meglio fare diecimila passi al giorno a ritmo più sostenuto rispetto al farlo passeggiando pacatamente. Ed infatti i benefici riscontrati sono del:

  • 35% di morire in modo prematuro;
  • 25% di malattie cardiache e tumori;
  • 30% di malattie legate alla demenza;

Si dovrebbe camminare per mezzora anche non consecutivamente, ed in maniera contraddistinta da una velocità graduale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.