Come capire se la glicemia è troppo bassa e come tornare subito a stare bene

Quali sono i rimedi efficaci ed urgenti contro la glicemia troppo bassa e quando sorge questa brutta condizione fisica, tutto quello che devi sapere.

Una donna mentre misura i propri livelli di zuccheri nel sangue
Una donna mentre misura i propri livelli di zuccheri nel sangue (Foto Canva)

Glicemia troppo bassa, questa è una condizione che espone chi ne è colpito in maniera cronica ad una situazione di grosso rischio per la propria salute. Si tratta della situazione opposta alla iperglicemia, ovvero all’avere un livello di zuccheri troppo alto. Tanto la iperglicemia quanto la ipoglicemia, ovvero troppi pochi zuccheri, hanno delle ripercussioni da non sottovalutare.

I sintomi più evidenti, nel caso di glicemia troppo bassa, sono rappresentati da:

  • mal di testa frequenti;
  • stanchezza e spossatezza diffuse;
  • astenia;
  • sudorazione.

In condizioni normali la glicemia troppo bassa trae origine da uno sforzo fisico eccessivo e prolungato, da una attività sportiva fin troppo intensa ma anche dalla cattiva e reiterata pratica del digiuno. Possono però esserci altre cause alla base di questa condizione che rischia di sfociare in vera e propria patologia.

In questi casi le più frequenti sono legate a delle situazioni patologiche. Quando i livelli di zuccheri nel sangue sono inferiori a quelli minimi consigliati di 65 mg/dl (con un massimo consigliato da non superare di 110 mg/dl) allora abbiamo un livello di glucosio non sufficiente.

Glicemia troppo bassa, i rimedi da adottare nell’immediato

Dello zucchero ed un misuratore della glicemia
Dello zucchero ed un misuratore della glicemia (Foto Canva)

Le cause patologiche sopra citate possono essere collegate a:

  • malattie del sistema endocrino;
  • tumori;
  • malattie di tipi metabolico;

Inoltre degli interventi chirurgici invasivi al sistema gastrointestinale oppure una gravidanza possono alterare la capacità dell’organismo di assorbire il glucosio. Altri sintomi fisici possono consistere in:

  • ansia;
  • tremore;
  • tachicardia;
  • brividi;
  • sensazione di freddo;
  • sensazione di fame;
  • nausea;
  • vomito;
  • crampi allo stomaco;
  • convulsioni;
  • scialorrea;
  • sbalzi d’umore;
  • formicolii continui;
  • perdita di sensi;
  • coma ipoglicemico;

Quali sono i rimedi per la ipoglicemia? Bisogna intervenire sull’alimentazione. Nell’immediato possiamo assumere un paio di cucchiaini di zucchero, una zolletta oppure una bustina. O anche un cucchiaino di miele, una bevanda dolce od una caramella zuccherata.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Addio al cattivo odore dalle ascelle: il trucco per averle sempre super profumate

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Bere acqua calda è un bene o un male? Abbiamo scoperto una cosa incredibile

Anche una aumentata assunzione di carboidrati sarà molto di aiuto. Mentre un medico interverrà con una somministrazione in vena di glucosio o glucagone, se la situazione dovesse richiederlo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Quante ore bisogna dormire ogni notte per stare bene e cosa succede se non le rispetti

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Si tratta di rimedi da attuare solo nello specifico momento della effettiva manifestazione di ipoglicemia. Non vanno reiterati nel tempo. Per fare si che tale situazione non diventi critica si consiglia invece di mangiare cereali integrali, frutta e verdura e, in quantità controllata, i prodotti lattieri e caseari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.