Stufa elettrica: qual è il costo per tenerla accesa? Tieniti forte perché non è come pensi

Che cosa c’è da sapere sulla stufa elettrica, sul costo che essa comporta e sulla applicazione di un trucco molto efficace per ridurre gli esborsi relativi.

Una persona posiziona una stufa elettrica
Una persona posiziona una stufa elettrica (Foto Canva – Inran.it)

La stufa elettrica ha un costo medio per la sua messa in funzione. E, come sta avvenendo con qualsiasi elettrodomestico che funziona mediante la erogazione di energia elettrica, anche la stessa viene utilizzata con grande parsimonia. Il timore infatti è che il suo utilizzo possa gravare in maniera importante sulla bolletta.

E nel caso della stufa elettrica costo ed utilizzo di corrente possono essere inquadrati in un preciso range. Premesso che è un atteggiamento virtuoso quello di fare ricorso alla parsimonia, vediamo in questo specifico caso se però tale atteggiamento è giustificato o se è mosso da pregiudizi e da timori eccessivi.

Perché molte volte basta fare ricorso alla moderazione per potere unire fare si che tutte le componenti a nostro favore vadano ad incastrarsi alla perfezione. Insomma, potremo riscaldarci ed al tempo stesso non spendere una fortuna per rendere una stanza più calda in inverno.

Stufa elettrica costo, come riscaldare a basso consumo

Una stufetta elettrica
Una stufetta elettrica (Foto Canva – Inran.it)

Anzi, in certi casi sarà anche più conveniente di una stufa a pellet, dei termosifoni o di altre fonti di calore consuete. Perché, anche se le bollette di luce e gas hanno subito dei rincari ormai sin dalla fine del 2021 facendo si che le abitudini di tanti cambiassero proprio in funzione di ciò, con una stufa elettrica per fortuna sarà comunque possibile riuscire a contenere i costi.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO CONTENUTO: Ti chiamano ma poi non risponde nessuno? Cosa sono le chiamate mute e perché devi evitarle

Il consiglio è quello di scegliere un esemplare che eroghi una potenza media di circa 1300 W. Tenendola accesa per tre ore al giorno – che non è certamente poco – si dovrebbe arrivare ad avere un consumo di 3900 W con cadenza quotidiana.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO CONTENUTO: Avere la carta fedeltà del supermercato è molto rischioso | Non immagini cosa può accaderti

Con un esborso riferito al mercato libero di 0,534 euro. Bisogna poi moltiplicare questa cifra per i watt assorbiti, per arrivare a poco più di due euro al giorno di consumi. In un mese si spendono quindi 62 euro per la stufa elettrica, e 124 euro ogni due mesi.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO CONTENUTO: Cosa regalare a Natale con un budget di 20 euro: tante idee sfiziose e divertenti

In questi termini il consumo è certamente molto impattante. Ma legando il funzionamento della stufa elettrica ad un pannello solare portatile – il cui costo non supera i 100 euro, a volte neppure i 40 o 50 – ecco che questi costi verranno abbattuti.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Basterà quindi investire in un kit fotovoltaico portatile per potere recuperare già nel giro di qualche mese la cifra spesa. E risolvere così un problema non da poco in ambito domestico nel corso della stagione fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.