Come moltiplicare la Stella di Natale partendo dai fiori | Ne avrai così tante che non saprai dove metterle

Vuoi tante belle piante natalizie senza spendere una fortuna? Ti insegno come moltiplicare la Stella di Natale grazie ai suoi fiori.

talee stella di natale
Una Stella di Natale rossa (Canva) – Inran.it

La Stella di Natale è una delle piante simbolo del periodo natalizio. Il suo colore rosso acceso mette allegria e dona un certo fascino ovunque la si posizioni in casa. È un classico avere questa pianta in casa a Natale oppure scegliere di regalarla ad amici e parenti. Non tutti lo sanno, ma la Stella di Natale è una pianta straordinaria, forte e rigogliosa, se piantata in giardino e curata a dovere addirittura può crescere fino a due metri. Sai che la Stella di Natale può avere anche diversi colori rispetto al rosso? Infatti ne esistono anche rosa e bianche. Insomma, è una sorpresa continua questa favolosa pianta natalizia. Se anche tu la adori, devi assolutamente sapere come moltiplicare la Stella di Natale partendo solo dai fiori. Scopri subito questo fantastico trucchetto.

Moltiplicare la Stella di Natale è più facile di quello che pensi: ne avrai così tante che non saprai più dove metterle!

stella di natale coltivazione
Una Stella di Natale bianca (Canva) – Inran.it

Prima di svelarti questo piccolo trucco, c’è da fare una precisazione. Infatti, quelli che tutti considerano come i petali della Stella di Natale in realtà sono le sue foglie. I fiori sono quelle piccole formazioni al centro delle foglie, non è una cosa straordinaria? Dopo questa piccola curiosità su questa fantastica pianta, vediamo come moltiplicarla in poche mosse. Per avere più Stelle di Natale devi prelevare delle talee dalla pianta. Una talea altro non è che un rametto che va reciso in basso per dare vita ad un nuovo esemplare.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE INTERESSARTI -> Scopri perché la Stella di Natale perde le foglie e come correre ai ripari in poche mosse!

Devi ricavare dunque le talee tra i mesi di marzo e giugno, nel tagliare i rami fai attenzione al lattice che uscirà, tampona e cerca di interrompere il flusso. Dopo aver prelevato i rametti che ti servono, prendi un vaso e riempilo con dell’acqua calda. Inserisci i rami nell’acqua e lascia a riposo per circa 30 minuti, il tempo di eliminare tutto il latte presente nei rami e per non far formare dei coaguli.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE INTERESSARTI -> Scopri perché mettere la Stella di Natale sul pianerottolo non è una buona idea: occhio a questo retroscena

Ora che è tutto pronto e puoi piantare le tue talee. Prendi dei vasi e riempili con un terriccio di torba e sabbia, che siano immessi in parti uguali. Crea dunque un forellino al centro dei vasi e pianta una talea in ogni vaso e copri poi con il terriccio. Per permettere ai nuovi rami di mettere le radici, devono stare ad una temperatura dai 18°C fino ai 20°C. Meglio quindi disporre i vasi in una serra o farne una in casa con delle semplici scatole e della plastica trasparente.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE INTERESSARTI -> Scopri 5 piante natalizie facili da coltivare e perfette anche come regalo: non hanno nulla da invidiare alla Stella di Natale

Annaffia molto spesso le talee e nell’acqua aggiungi anche del fertilizzante liquido che contenga potassio, azoto e fosforo. Nei successivi 30 giorni le radici cominceranno a formarsi. Una volta che sarai sicuro che le Stelle di Natale abbiano attecchito, non dovrai far altro che rinvasarle in vasi più grandi e prenderti cura di loro.

Come coltivare la Stella di Natale

moltiplicazione stella di natale
Una Stella di Natale rosa (Canva) – Inran.it

Quando avrai delle piantine ben formate, dovrai avere delle piccole attenzioni se vuoi che durino a lungo. Pensa che la Stella di Natale può vivere anche per 10 anni, l’avresti mai detto? Al contrario di ciò che si possa pensare, questa pianta non ama il freddo e sopporta al massimo una temperatura di 15°C. In estate e in primavera puoi dunque sistemarla all’aperto e in un luogo abbastanza luminoso, ma senza che i raggi del Sole colpiscano in modo diretto la pianta.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Devi stare molto attento all’annaffiatura. Come per altre piante, la Stella di Natale finisce per morire a causa dei ristagni e non devi nemmeno innaffiarla spesso. Dagli sempre poca acqua in autunno, inverno e primavera e solo quando la terra nel vaso risulta secca. In estate, invece devi darle più acqua, senza però esagerare. Tra marzo e aprile, se lo ritieni opportuno, puoi potarla e accorciare quindi i rami. In questo periodo puoi anche rinvasarla per collocarla in un vaso più grande.

Aurora De Santis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.