🟢Hai tempo fino al 31 dicembre per ricevere il bonus PostePay: come funziona e come fare richiesta

Tutto ciò che è necessario conoscere per sfruttare il vantaggiosissimo bonus PostePay, bisogna fare in fretta, la scadenza è prossima.

Diversi tipi di PostePay
Diversi tipi di PostePay (Foto Canva – Inran.it)

Bonus PostePay, di che cosa si tratta? Come noto è Poste Italiane a rilasciare da anni questa carta di debito (e non di credito, n.d.r.) a tutti gli effetti, che si appoggia ai circuiti Visa e MasterCard. Ce ne sono di diverse tipologie, tra quella classica e la versione Evolution in particolare, diffuse da anni ed anni.

Ed i titolari di almeno una carta PostePay sono in milioni, in Italia. Merito del fatto che richiederne una è molto facile, a fronte di una procedura semplice ed immediata e di un canone annuo alla portata di tutti. Nel corso degli ultimi due anni si è spesso parlato di Bonus PostePay.

Di che cosa si tratta e cosa è necessario sapere per potere usufruire di questo bonus PostePay? Va detto che il tempo residuo è ormai agli sgoccioli. Ci sono solamente pochi giorni disponibili per poterne usufruire, con la scadenza che è fissata per il 31 dicembre 2022.

Bonus PostePay, la scadenza del cashback di Poste Italiane

La scritta Cashback su uno smartphone
La scritta Cashback su uno smartphone (Foto Canva – Inran.it)

E tale bonus è da riferire alla possibilità di beneficiare del cashback offerto da Poste Italiane. Bisogna compiere degli acquisti in alcuni negozi convenzionati e pagare per l’appunto con una carta PostePay per potere arrivare fino ad un massimo di 300 euro in ritorno sulle operazioni compiute.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO CONTENUTO: Dove andare a Capodanno 2023: 4 idee per delle vacanze all’insegna del risparmio e del divertimento

Questo cashback funziona sulla base di 3 euro garantiti per ogni transazione dal valore minimo di almeno 10 euro svolta per l’appunto nei negozi che aderiscono all’iniziativa. Si può avere un massimo di 10 euro di cashback al giorno.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO CONTENUTO: WhatsApp: premi questo tasto e nessuno ti vedrà online, sarai invisibile | Privacy salva

È necessario non solo avere una carta PostePay ma anche la app PostePay o BancoPosta installata sul proprio telefonino, con tanto di account personale da associare.

DAI UNO SGUARDO ANCHE A QUESTO CONTENUTO: Come creare una password inattaccabile per proteggere il tuo account dai furti informatici

Perché poi ciascun account otterrà un codice utile per potere procedere, inquadrare con la fotocamera il codice QR esposto nei negozi aderenti ed inserire l’importo che va pagato.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Fanno parte dei suddetti negozi anche i tabaccai punto LIS che sono abilitati al servizio. Non si può procedere per quanto riguarda il versamento dei bollettini. Mentre negli stessi uffici postali sono esclusi dal cashback qualsiasi operazione consueta con codice PostePay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.