Bottiglie di plastica: come gettarle per non rischiare di sbagliare e pagarne le conseguenze

Riciclare le bottiglie d’acqua di plastica è un gesto essenziale da compiere ogni giorno. È importante conoscere le regole del riciclo per assicurarsi di mantenere un ecosistema sano per le generazioni a venire.

Bottiglie (Canva – Inran.it)

Riempire una bottiglia d’acqua, che sia in acciaio inossidabile o senza BPA, è sempre la scelta consigliata per un consumo sostenibile dell’acqua. Tuttavia, ci sono molte volte in cui questo non è possibile e bisogna ricorrere alle bottiglie d’acqua di plastica monodose per soddisfare la propria sete.

Alcune persone preferiscono il gusto delle bottiglie di plastica all’acqua del rubinetto e noi comprendiamo le esigenze di tutti. Se gestita correttamente, questa opzione può essere una scelta di bevanda valida e mantenere le discariche e gli oceani liberi da bottiglie d’acqua di plastica.

Come gettare correttamente le bottiglie di plastica

Riciclo (Canva – Inran.it)

Ogni anno nel mondo vengono utilizzati oltre un miliardo di bottiglie d’acqua. Tuttavia, solo una piccola parte di esse viene riciclata correttamente. Le bottiglie d’acqua sono facilmente riciclabili e possono essere fuse in pellet di plastica, che vengono poi venduti alle aziende per produrre tappeti, vestiti e mobili. La plastica è importante per le imprese e per la vita sostenibile in tutto il mondo. Per essere certi di riciclare correttamente le bottiglie d’acqua monouso, seguite questi consigli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Le mandorle aiutano a dimagrire: questa qui la devi proprio sapere

Rimettere il tappo della bottiglia d’acqua dopo averla consumata

La maggior parte delle persone dimentica che nella maggior parte dei comuni il riciclaggio può essere effettuato solo se si include il coperchio della bottiglia d’acqua. I tappi separati possono danneggiare le apparecchiature, mandandole in discarica e causando l’interruzione della produzione. Per evitare che ciò accada, sostituite il tappo una volta terminato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Tante belle idee economiche per trascorrere il Natale 2022 | Le mete da visitare e le attività da fare

Schiacciare la bottiglia

Le bottiglie devono essere schiacciate e private di tutta l’aria. Assicuratevi di rimettere il tappo dopo aver fatto questa operazione. In questo modo si risparmia spazio nell’impianto di lavorazione, riducendo la necessità di espansione.

Non risciacquare a fondo

Non è necessario spendere tempo extra per sciacquare le bottiglie che potrebbero avere del liquido al loro interno. Assicuratevi che siano vuote e mettetele in un contenitore per il riciclaggio.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Niente sacchetti!

La maggior parte delle persone commette l’errore comune di imbustare le bottiglie d’acqua e altre materie plastiche. I sacchetti impediscono di completare il processo e aggiungono un ulteriore passaggio al processo di riciclaggio. Mettete le bottiglie d’acqua in un cestino per il riciclaggio o in un bidone libero da qualsiasi tipo di chiusura.

Riciclare l’imballaggio esterno

Se acquistate bottiglie d’acqua di plastica in negozio, di solito hanno un involucro esterno di plastica che le trattiene. Separate questo involucro dalle bottiglie di plastica da riciclare. La pellicola di plastica può essere lasciata presso i negozi di alimentari aderenti all’iniziativa, come Fry’s e Safeway, per essere trattata insieme ad altri sacchetti o imballaggi di plastica.

Pensate alle vostre bottiglie di plastica come se iniziassero la loro vita una volta consumate. Vogliono fare di più nella loro vita che finire direttamente in una discarica o sul ciglio della strada. Se iniziate a riciclare, vi sentirete molto meglio con voi stessi e con l’ambiente. Al ritmo con cui buttiamo via la plastica non necessaria, ci stiamo dirigendo verso un pericolo inesplorato. Dimostriamo al mondo che possiamo vivere una vita migliore dedicando solo qualche minuto della nostra giornata a riciclare per le generazioni future.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.