Si chiama Eschinanto ed è la pianta che non può mancare in casa: bella e suggestiva

L’Eschinanto è una pianta bella e suggestiva, vediamo come coltivare questa meravigliosa pianta ornamentale, impossibile non tenerla in casa!

coltivazione Eschinanto
Pianta ornamentale Eschinanto (Canva) – Inran.it

L’Eschinanto, nome originale Aeschynanthus. La parola deriva dal greco “Aischyne”, ovvero vergogna, e da “Anthos”, ovvero fiore. L’associazione alla vergogna è dovuta al colore rosso dei suoi fiori. Si tratta di una pianta sempreverde dalle foglie lucide e carnose e dai fiori delicati, di colore rosso o arancione. La pianta è conosciuta anche con il nome di “pianta rossetto”.

È una pianta delicata che ama il caldo e non tollera temperature al di sotto dei 13 gradi. È preferibile coltivarla in vaso, soprattutto se si vive in zone caratterizzate da inverni rigidi. Sono da evitare i vasi troppo grandi. Il terriccio deve fare in modo che favorisca un ottimo drenaggio. Meglio prediligere una miscela a base di torba, per ¾ circa, e sfagno per la restante parte. Come coltivarla al meglio?

Coltivazione dell’Eschinanto: le cure di cui necessita la pianta ornamentale

cure Eschinanto pianta ornamentale
Fiori dell’Aeschynanthus (Canva) – Inran.it

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Posizioniamo sotto il vaso un sottovaso di argilla espansa, aggiungendo poi dell’acqua. In questo modo, otteniamo l’umidità adatta a mantenere la pianta in salute. È una pianta che richiede molta luce, anche se va evitata la luce diretta dal sole. Le temperature ideali si aggirano attorno ai 25-27 gradi e gradisce riparo da correnti d’aria.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO CONTENUTO → Metti la cipolla in un vaso e guarda cosa accade: cresceranno dei fiori stupendi, mai visti così

L’Eschinanto va esposto in un luogo molto luminoso, ma è importante evitare la luce diretta del sole. Temperature inferiori ai 13-15 gradi non sono tollerate, perciò meglio evitare di rischiare. Inoltre, bisogna posizionarla al riparo da correnti d’aria. L’annaffiatura va fatta regolarmente ma non deve essere eccessiva.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO CONTENUTO → Fiori freschi: il metodo per conservarli il più a lungo possibile

In primavera è ideale annaffiarla quando il terreno inizia a essere asciutto, mentre d’estate bisogna mantenere il terreno umido e vaporizzare regolarmente le foglie. In primavera e in estate, almeno una volta ogni quindici giorni, deve essere concimata, mentre in inverno basta una concimazione al mese. Possiamo usare concime liquido ad alto contenuto di potassio e di micro-elementi.

DAI UN’OCCHIATA A QUESTO CONTENUTO → Si chiama Caladio ed è la pianta che non può mancare in casa tua: la vorrai subito, appena la vedrai

È una pianta che può soffrire di marciume radicale e può essere attaccata dalla cocciniglia farinosa. Esistono insetticidi anti cocciniglia che possono aiutare la pianta ad evitare il deperimento. Il rinvaso va effettuato circa ogni 3 anni in primavera. Il prezzo della pianta dipende dalla grandezza e si aggira sui 20 o 30 euro. I fiori dell’Eschinanto si vedono di solito in estate, tuttavia, alcune volte anche in primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.