Umidità in casa: cosa fare per sbarazzarti velocemente del problema

Come fare per non avere più umidità in casa. I rimedi consigliati per eliminare ogni disagio e per impedire il sorgere di danni anche ingenti.

Una parete invasa da muffa ed umidità (Foto Canva - Inran.it 28122022)
Una parete invasa da muffa ed umidità (Foto Canva – Inran.it)

Umidità in casa, forse di peggio c’è solo una invasione di cavallette. Si, perché i danni di una situazione del genere possono raggiungere proporzioni bibliche e portare al sorgere di muffa. La quale poi con relativa facilità potrebbe finire con il divorare le superfici interne di mura e soffitto.

Bisogna subito attivarsi ai primi segnali di umidità in casa. Il sorgere di macchie anche di minuscole dimensioni è il primo segnale che dovrà metterci sul chi va là. Poi possono fare seguito in tempi relativamente brevi un estendersi della presenza di suddette macchie e danni via via più grossi all’intonaco. Fino ad arrivare all’irreparabile derivante dall’umidità in casa.

Ovvero dal dilagare incontrollato della muffa, che sarà ben visibile su larghi tratti delle pareti. Uno scenario del genere, conseguenza estrema della presenza di umidità in casa, ci costringerebbe a fare ricorso a delle riparazioni anche molto costose. Bisogna necessariamente evitare che si arrivi a tanto, e per fortuna di rimedi che arrivano in nostro aiuto ce ne sono.

Umidità in casa, come fare per debellarla

Una pianta che assorbe umidità (Foto Canva - Inran.it 28122022
Una pianta che assorbe umidità (Foto Canva – Inran.it

L’aria umida che impregna gli ambienti in cui viviamo sarà causa anche di problemi respiratori, oltre a causare i problemi citati in precedenza. Di solito questo problema sorge tenendo chiuse le stanze dove ci sono delle fonti di aria umida, come una doccia, una vasca da bagno od elettrodomestici come la lavastoviglie e la lavatrice.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Mettine un po’ in un sacchetto se vuoi un bucato sempre profumato: ti basta un secondo

Occorre garantire una circolazione di aria ed espellere quella umida all’esterno. Gli elettrodomestici vanno lasciati con gli sportelli aperti subito dopo il loro utilizzo. Così come le ante della doccia.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Addio alla muffa dalle piastrelle della doccia | Il trucco facile e veloce che tutti dovrebbero conoscere

E questo proprio per evitare che l’umidità si concentri al loro interno. Però poi la stessa va lasciata defluire anche al di fuori di casa, mediante una finestra od un infisso lasciato aperto per una decina di minuti.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Graffi sui mobili di legno: niente panico, puoi sistemare tutto con un ingrediente naturale

Gli altri rimedi efficaci

Come alternativa è vivamente consigliato il dotarsi di un deumidificatore, oppure di attivare un condizionatore di casa sulla stessa funzione. E possiamo anche mettere del sale grosso in dei sacchetti dal tessuto non spesso per posizionarli nelle zone di casa dove l’umidità si concentra di più. Questo espediente sarà in grado di assorbirla.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Evitiamo anche di stendere i panni appena estratti dalla lavatrice in casa. Anche da qui traggono origine umidità e muffa. E pure la presenza di piante nelle aree domestiche più a rischio ci potrà aiutare, visto che le stesse assorbono l’aria circostante a tutte le ore del giorno. In tal senso sono molto consigliate felci ed orchidee, così come l’asparagina ed il bambù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.